Atp Dubai - Incubo Monfils. Djokovic cancella tre match point e raggiunge Tsitsipas


by   |  LETTURE 6045
Atp Dubai - Incubo Monfils. Djokovic cancella tre match point e raggiunge Tsitsipas

Nemmeno i pregiudizi che orbitano intorno al 17 infastidiscono Novak Djokovic. Il numero brilla accanto alla riga dei successi in stagione e scandisce adesso anche la differenza negli head-to-head con Gael Monfils. La prima notizia è che il transalpino domina per un set e mezzo, la seconda è che contiene un calo piuttosto prevedibile nel cuore del secondo.

Con un vantaggio di 6-3 da custodire nel tie break (che la logica sembra catalogare come definitivo) il transalpino non riesce a fare lo scatto decisivo. E questa è la terza notizia. Anche in una delle più usuali giornate-no" il serbo riesce a trovare una soluzione.

Testimone trasparente di quello che accade è il il 2-6 7-6(8) 6-1. Il serbo, che manterrà la prima posizione del ranking almeno per le prossime due settimane, sfiderà per il titolo Stefanos Tsitsipas. Le premesse che accompagnano l'atto numero diciassette della saga sembrano comunque lontane dalla storia vera.

Djokovic fa sostanzialmente da comparsa nella frazione inaugurale. Serve male, si muove male, non trova delle reali soluzioni da fondocampo. Il serbo si intestardisce con la palla corta (che rispetto alla sfida con Khachanov non regala soddisfazioni) spesso e volentieri si affaccia nei pressi della rete.

Nel quasi disperato tentativo di non dare dei veri e propri punti di riferimento, si snatura. Monfils non tralascia niente nel delicato approccio alla perfezione. Cura in maniera maniacale tutti i dettagli e non sbaglia una singola scelta tattica.

Il francese si affaccia fino ai vantaggi nel game inaugurale e nel secondo turno di risposta completa addirittura l'opera. "La Monf" lascia per strada appena sei punti con la battuta a disposizione e con l'aiuto di una manciata di risposte vincenti, bissa addirittura l'operazione break ai piedi del primo traguardo. Djokovic, prototipo assolutamente allergico alla sconfitta, rientra in carreggiata.

Per farlo, ha comunque bisogno di recuperare un break di svantaggio. Dopo un set e mezzo di dominio, Monfils si ritrova quasi comprensibilmente con la lancetta della benzina vicina allo zero. Fatica negli spostamenti laterali, si affida quasi completamente alla prima palla, cancella cinque set point a cavallo tra il decimo il dodicesimo game.

Nel rifugio tie break i primi cinque punti sono contro il servizio. Monfils si affaccia sul 4-2 con una splendida soluzione di rovescio e costruisce il 6-3 con il contributo dell'avversario. Djokovic, che si offre in un primo caso sulla diagonale sinistra e che tenta di accorciare lo scambio con una palla corta, nemmeno contempla la resa.

Il transalpino perde completamente il controllo della prima palla, dilapida tutto il vantaggio a disposizione, si salva sul 6-7 e sul 7-8, ma con un sanguinosissimo doppio fallo sull'8-9 si spegne. Il terzo set è ovviamente un contorno del tutto necessario per il leader del gruppone.

Come nella logica delle cose, Monfils stacca definitivamente la spina e fa praticamente in tempo solo a smuovere lo zero dalla casella dei game. Djokovic ritrova la normalità di cui ha bisogno e senza più apportare delle modifiche al copione dà il finale desiderato alla pellicola numero diciassette.

La vittoria a Marsiglia ha restituito delle certezze a Stefanos Tsitsipas, chiaro. Dopo un inizio di stagione non particolarmente brillante, condito da tre vittorie e tre sconfitte, il talentino greco ha portato a otto il bilancio di successi consecutivi.

Daniel Evans, sorpresa numero uno della settimana, fa quel che può. Il britannico rimane in scia fino al 2-2, è vero, ma concede palle break nei quattro successivi turni di battuta. "Tsitsi" vince parallelamente il 90% dei punti con la prima palla e in tre casi approfitta della situazione.

Con una prestazione praticamente impeccabile, che imprezisisce anche con una certa presenza nei presi della rete, sigilla il successo sul 6-2 6-3 allo scoccare degli ottanta minuti di gioco e ritrova quanto meno posto in finale nel "500" di Dubai.

CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI Photo Credit: Getty Images