Atp New York - Seppi rimonta Thompson e vola in semifinale, avrà Jung



by   |  LETTURE 1712

Atp New York - Seppi rimonta Thompson e vola in semifinale, avrà Jung

Andreas Seppi non ridimensiona le ambizioni a New York. Anzi. Reduce dai successi ai danni di Damir Dzumhur e Steve Johnson, recupera un set e un break di svantaggio anche a Jordan Thompson. Alla settantesima presenza ai quarti – se non altro nel circuito maggiore – l’azzurro blinda il successo con un roccioso 6-7(2) 6-4 6-1, figlio di un mega-parziale di 11-2.

Ad attenderlo in semifinale ci sarà il qualificato Jason Jung (giustiziere di Kevin Anderson e anche del campione in carica Reilly Opelka) che manco a dirlo indosserà l’abito del debuttante. Dall’altra parte del tabellone presenti invece Kyle Edmund e Miomir Kecmanovic.

Battuti rispettivamente Soonwoo Knon e Ugo Humbert. Da Montpellier e Rotterdam, da una semifinale all’altra. L’avversario? Sempre lo stesso. Filip Krajinovic supera in due set Andrey Rublev e si piazza ancora una volta nello spicchio di tabellone di Gael Monfils.

Da registrare che per il russo (già campione a Doha e Adelaide) si tratta del secondo passo falso in stagione. Per abbattere la resistenza di Dan Evans, il campione in carica ricorre agli straordinari solamente nel primo set.

Esemplificativo il 7-6(5) 6-2 finale. Ad affrontare Pablo Carreno Busta, giustiziere di Jannik Sinner, sarà invece un ritrovato Felix Auger Aliassime. Che non vinceva più di due partite nello stesso torneo dal giugno del duemiladiciannove.

Il “250” di Buenos Aires è teatro di un match completamente folle ai piedi del week-end. Quello tra Diego Schwartzman e Pablo Cuevas. Il padrone di casa, reduce dal già faticosissimo successo ai danni di Federico Delbonis, annulla quattro match point nel tie break del secondo set e si spinge fino al traguardo solamente dopo tre ore e quarantuno minuti di gioco.

Non è da escludere un forfait, come ha già anticipato, basti pensare che avrebbe meno di ventiquattro ore per resettare e per affrontare in semifinale Pedro Sousa, giustiziere di Thiago Monteiro. Vince e convince Casper Ruud, pupillo della Rafa Nadal Academy, Juan Ignacio Londero butta fuori il numero due del seeding Guido Pella dall’altra parte del tabellone.

Il colpo di giornata a San Pietroburgo lo mette a segno Maria Sakkari. La greca, assai vicina alla sconfitta all’esordio, supera in rimonta Belinda Bencic e trova posto in una semifinale Premier per la quinta volta in carriera.

In uno spot di tabellone rimasto orfano delle più alte teste di serie, ci sarà Elena Rybakina. Una che dagli Us Open ha un bilancio di ventisei vittorie e appena otto sconfitte. Petra Kvitova opta per il ritiro in extremis a causa dell’influenza e lascia spazio a Ekaterina Alexandrova.

Un ostacolo in meno per Kiki Bertens, campionessa in carica. A Hua Hin salta presumibilmente l’unico vero motivo di interesse, Elina Svitolina. In una delle più usuali giornate no, l’ucraina si lascia travolgere da Nao Hibino.

Nella porzione di tabellone più alta c’è la qualificata Leonie Kung, dall’altra parte a contendersi un posto in finale saranno Patricia Maria Tig e Magda Linette. CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DELLA GIORNATA ATP E IL PROGRAMMA DI OGGI CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DELLA GIORNATA WTA E IL PROGRAMMA DI OGGI Photo Credit: Getty Images