Robert Farah può tornare a giocare: nessuna squalifica per doping per il tennista


by   |  LETTURE 756
Robert Farah può tornare a giocare: nessuna squalifica per doping per il tennista

Protagonista di un grande 2019 nel doppio con il collega Juan Sebastian Cabal, Robert Farah ha iniziato la stagione con uno "strano" ritiro dall'Australian Open, ritiro poi spiegato da ciò che è successo dopo: il tennista infatti annunciò di essere risultato positivo ad un anabolizzante vietato e bandito totalmente dall'ITF.

Il problema era che Farah dopo aver mangiato carne nel suo paese di origine (Colombia), è risultato positivo al Boldenone, sostanza vietata. Già nel 2018 il Comitato Olimpico Colombiano rilasciò dichiarazioni su questo steroide avvisando che poteva influenzare i test antidoping degli atleti.

Dopo il ritiro dal torneo australiano Farah era però ottimista sul da farsi ed alla fine ha avuto ragione: la spiegazione di Farah su come il Boldenone sia entrato nel suo corpo è stata accettata e non è stata indicata nessuna colpa o negligenza al tennista.

Di conseguenza la sospesa provvisoria di Robert Farah è stata annullata con effetto immediato ed il colombiano può tornare subito in campo e riprendere a giocare a tennis. Farah ha nel 2019 l'anno dei suoi maggiori successi, stagione dove ha conquistato 5 tornei e soprattutto dove ha vinto due tornei del Grande Slam, ovvero Wimbledon e l'ultimo US Open.