Atp Tour - Finale tutta francese ad Auckland, ad Adelaide sarà Rublev-Harris


by   |  LETTURE 1202
Atp Tour - Finale tutta francese ad Auckland, ad Adelaide sarà Rublev-Harris

La Francia ha monpolizzato il tabellone del "250" di Auckland, la sfida per il titolo vedrà infatti Benoit Paire e Ugo Humbert ai nastri di partenza. Il numero cinque del seeding ha mantenuto le abitudini anche con Hubert Hurkacz, per la quarta volta nella settimana antecedente allo Slam downunder ha infatti trovato un rifugio sicuro nel terzo set.

E ha griffato il successo sul 6-4 6-7(1) 6-1. Il ventunenne nativo di Metz ha invece ribaltato le gerarchie con John Isner. Il 38/38 con la prima palla gli ha ovviamente consentito di catturare il successo con un roccioso 7-6(5) 6-4.

Alla soglia degli ottanta minuti di gioco ha di fatto capitalizzato la superiorità. Dal tabellone cadetto alla finale. Ovviamente la prima in carriera. Con tredici ace e una quantità incredibile di punti con la prima palla, Lloyd Harris ha impreziosito il bottino di winners nella sfida con l'altro qualificato.

Contro Tommy Paul ad Auckland ha infatti sigillato il successo sul 6-4 6-7(4) 6-3 e si è garantito quanto meno il gradino numero settantadue del ranking della prossima settimana. Il secondo episodio della saga Aliassime-Rublev è andato in onda proprio sul blu di Adelaide, nel palinsesto del Day 5 ha occupato circa tre ore.

La sfida dei tie break è finita in parità, lo sceneggiatore ha applicato in maniera quasi sadica il plot-twist nella terza e decisiva frazione. Rublev ha receuperato un break di svantaggio, ha ricucito completamente il gap di svantaggio ai piedi del traguardo, ha cancellato una pericolosissima palla break sul 3-4 e nel nono gioco e ha completato l'opera.

Con un laborioso 7-6(5) 6-7(9) 6-4 sulle spalle. Rublev, imbattuto in Davis e campione a Doha, andrà a caccia dell'uncidesimo successo consecutivo, il diciannovesimo negli ultimi ventuno incontri. CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI Photo Credit: Getty Images