Next Gen Finals - Sinner stratosferico: domina De Minaur e vince il titolo


by   |  LETTURE 3580
Next Gen Finals - Sinner stratosferico: domina De Minaur e vince il titolo

Jannik Sinner stratosferico. Quello visto alle Next Gen ATP Finals di Milano per tutta la settimana, ma soprattutto nella finalissima contro Alex De Minaur, sembra tutto tranne che un 18enne alle prime armi, per potenza, forza, maturità, pazienza.

La prestazione perfetta in un torneo da incorniciare è arrivata proprio nell'atto conclusivo, stravinto per 4-2 4-1 4-2 in poco più di un'ora. Una partita dominata dall'allievo di Riccardo Piatti dall'inizio alla fine.

L'equilibrio è praticamente durato una manciata di minuti: dal 2-2 primo set Sinner ha conquistato cinque game di fila, giocando un tennis propositivo, per lunghi tratti inarrestabile a cui nemmeno De Minaur, simile al russo Nikolay Davydenko per velocità e rapidità, ha potuto far fronte.

Gli applausi a scena aperta dell'Allianz Cloud si sono sovrapposti ad alcuni sguardi increduli del 20enne nativo di Sydney verso il suo box composto, tra gli altri, dal capitano di Coppa Davis Lleyton Hewitt. Una solidità mentale, fisica e di gioco straordinaria dimostrata dall'azzurrino che non si è scomposto nemmeno quando ha dovuto servire per aggiudicarsi partita e titolo, tenendo la battuta a zero.

Le aspettative su di lui questa settimana erano tante, sia da parte dei giornalisti che lo hanno riempito di domande e curiosità, sia da parte del tanto pubblico presente sugli spalti ad ogni suo match. Un banco di prova superato a pieni voti nel penultimo torneo stagionale giocato da Jannik: la sua stagione non è infatti finita visto che si sposterà subito ad Ortisei per disputare, da numero due del seeding, il Challenger in programma settimana prossima.

Per De Minaur è la seconda finale persa consecutiva alle Next Gen dopo quella dello scorso anno contro Stefanos Tsitsipas, capace due mesi e mezzo dopo di raggiungere la sua prima semifinale Slam agli Australian Open. Chissà che la storia non si ripeta, stavolta con protagonista un giocatore della nostra Nazione.