Atp Vienna - Thiem profeta in patria. Si arrende uno splendido Schwartzman


by   |  LETTURE 2515
Atp Vienna - Thiem profeta in patria. Si arrende uno splendido Schwartzman

Da Kitzbühel a Vienna. Dalla terra al cemento. Nell'anno del primo titolo "1000" e della seconda finale sul rosso di Bois de Boulogne, Dominic Thiem fa 2/2 tra le mura di casa e aggiunge la bandierina austriaca sul muro dei campioni del Wiener Stadthalle per la prima volta dal 2010.

Nella speciale classifica dei titoli in stagione sorpassa quartetto Daniil Medvedev-Novak Djokovic-Rafael Nadal-Roger Federer e schizza in testa. Nell'atto finale supera in rimonta uno splendido Diego Schwartzman con un laborioso 3-6 6-4 6-3.

Se il tennis fosse solo tennis (e il contorno avesse un peso specifico ridotto) l'albiceleste navigherebbe presumibilmente tra le prime cinque posizioni del ranking. Una cosa che di solito tende a documentare con continuità nelle settimane da Superstar.

"El Peque" la stragrande maggioranza delle attenzioni le concentra però nella prima frazione. Non a caso giganteggia da fondocampo e mantiene standard estremamente alti con la battuta a disposizione. Strappando il servizio all'avversario in tre occasioni.

Thiem riveste gli abiti dell'inseguitore per la terza volta nella settimana. Dopo le rimonte ai danni di Verdasco e Berrettini, completamente differenti nella forza e nella sostanza, si ripete. Apporta delle decise migliorie al piano tattico nel tentativo di non dare punti di riferimento da fondocampo, relega un compito più importante ai primi due colpi, chiede e ottiene l'aiuto della prima palla soprattutto nei momenti di massima difficoltà.

Annulla, infatti, una pericolosissima palla break nel cuore della seconda frazione e assesta la spallata decisiva nel nono game. Con l'indicatore della benzina vicina allo zero, ed evidentemente uno scarso quantitativo di soluzioni con la battuta a disposizione, Schwartzman lascia il servizio per strada anche in avvio di terzo.

Lotta disperatamente nel tentativo di rientrare, ma non trova armi sufficientemente valide per costruire la rimonta. Thiem gestisce parallelamente la faccenda e dopo poco meno di due ore e trenta di gioco tagli ail traguardo sotto il tetto di casa sua.

CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI Photo Credit: Getty Images