Atp Vienna - Sinner continua a incantare, missione Top 100 compiuta


by   |  LETTURE 7272
Atp Vienna - Sinner continua a incantare, missione Top 100 compiuta

Non smette più di brillare la luminosissima stella di Jannik Sinner. Dopo l’exploit di Anversa della scorsa settimana, che gli ha consegnato la prima semifinale nel circuito maggiore, l’altoatesino si regala un esordio da predestinato nell’ATP 500 di Vienna, battendo per 6-3 6-4 un veterano del calibro di Philipp Kohlschreiber in appena un'ora e mezzo di partita e chiudendo con il doppio dei vincenti rispetto al tedesco (30 a 15).

Un successo che resterà a lungo nel cuore di Sinner, visto che gli consente di approdare per la prima volta in Top 100: al momento l’azzurro è virtualmente numero 91 (lui che dopo Anversa aveva festeggiato il best ranking di numero 101), ma Jannik non sembra intenzionato ad accontentarsi, anche considerando che il secondo turno gli metterà di fronte uno tra Novak e Monfils (strapazzato appena una settimana fa in Belgio).

Partenza sprint per il 18enne, che gioca con i piedi attaccati alla riga di fondo e riesce a togliere sistematicamente il tempo a Kohlschreiber, aggredendolo anche in risposta. Non è un caso che Jannik collezioni ben tre palle break nel secondo game e altre tre nel quarto: quella buona è la sesta, capitalizzata grazie ad un dritto scentrato del tedesco.

Con Sinner avanti 3-1 e servizio, il copione del match si ribalta: l’azzurro comincia a concedere qualcosa, Kolhschreiber aumenta i giri in ribattuta e chiude il rubinetto dei gratuiti. Così, dopo sei palle break spalmate in due game a favore di Sinner, ne arrivano sei spalmate in due game a favore del tedesco: che però, a differenza del classe 2001, non riesce a concretizzarne neanche una, anche e soprattutto per merito di un Sinner glaciale e cinico nei momenti decisivi.

Volato avanti 5-2 e poi 5-3, Jannik gestisce con straordinaria maturità anche il nono game, quello in cui serve per il set: complici uno splendido vincente in apertura (19mo in totale nel parziale, contro i 7 di Kohlschreiber), un grande attacco di rovescio e un’ottima seconda sul set point, l’altoatesino impatta sul 6-3 dopo 45 minuti di partita.

In apertura di secondo parziale, arriva un altro game capolavoro in risposta, che Sinner inaugura con uno splendido passante di rovescio e suggella con uno fantascientifico recupero in allungo col dritto. Sotto di un set e di un break, Kohlschreiber è bravo a non mollare la presa, e dopo essersi visto annullare la settima palla break su sette (ancora grazie ad un Sinner monumentale in difesa), riesce finalmente a capitalizzare all’ottava opportunità utile grazie ad un brutto errore di dritto dell’azzurro.

Senza ulteriori sussulti si approda al proverbiale settimo game, dove Jannik riesce ad acciuffare i vantaggi e qui ad issarsi a palla break sfruttando un sanguinoso doppio fallo del teutonico: un'occasione che Sinner non si lascia sfuggire, riprendendosi il break di vantaggio con un gran rovescio lungolinea.

Rivelando ancora una maturità davvero sbalorditiva per la sua età, l'altoatesino blinda i propri turni di servizio e archivia la pratica al primo match point per il definitivo 6-4, volando al secondo turno di un torneo ATP per la sesta volta in carriera, la prima a livello 500.

Tra gli altri match di giornata, buona la prima per il numero 1 del seeding e beniamino di casa Dominic Thiem. Dopo un sorteggio tutt’altro che fortunato, che gli aveva messo di fronte all’esordio la wild card Jo-Wilfried Tsonga, l’austriaco conferma l’ottimo periodo di forma, intascando un convincente 6-4 7-6(2) e vendicando così la sconfitta subita per mano del francese, proprio qui a Vienna, ai quarti di finale dell’edizione 2013.

Per Thiem si tratta peraltro del primo successo in carriera ai danni di Tsonga, che lo aveva battuto in entrambi i precedenti ufficiali (l’ultimo a Indian Wells nel 2016). Sulla strada di Dominator c’è ora Fernando Verdasco, che ha battuto in rimonta 4-6 6-2 6-1 Nikoloz Basilashvili.

Torna a battere un colpo anche Hyeon Chung: il coreano, precipitato in 139ma posizione nel ranking mondiale, fa fuori in due set l’ex numero 3 del mondo Milos Raonic e vola al secondo turno, dove ora attende uno tra Aliassime e Rublev.



Photo Credit: atptour.com
CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI