Atp Shanghai - Federer soffre, vince e raggiunge i quarti. Battuto Goffin


by   |  LETTURE 3139
Atp Shanghai - Federer soffre, vince e raggiunge i quarti. Battuto Goffin

Di match così, in carriera, ne avrà giocati centinaia. Vincendone la stragrande maggioranza. Roger Federer rimedia a una delle più usuali "giornate no" e supera il taglio degli ottavi di finale anche a Shanghai.

David Goffin, che gioca presumibilmente una partita migliore, manca invece di personalità. Non sfrutta infatti un break di vantaggio ai piedi del tie break, spreca complessivamente cinque set point e alza bandiera bianca nel cuore del match.

Il 7-6(7) 6-4 che il campionissimo elvetico griffa alla soglia delle due ore di gioco ha quindi un peso specifico particolare. Ad attenderlo ai quarti, adesso, uno tra Alexander Zverev e Andrey Rublev. Il primo è infatti un set che può vincere solo Federer.

E perdere solo Goffin. Il due volte campione del torneo litiga con il dritto e non trova soluzioni valide sulla diagonale destra. Sporca il taccuino con ventisette errori non forzati e rimane aggrappato al punteggio grazie all'ausilio di San Servizio.

Non a caso una palla break la annulla anche nel quinto gioco. Goffin, che detta i ritmi negli scambi e che gestisce in maniera straordinariamente ordinata la faccenda, sprofonda ai piedi del traguardo. Cancella un set point nel decimo game e spezza gli equilibri nel game immediatamente successivo.

Ma non sfrutta tre set point (complessivamente cinque) e nemmeno un vantaggio di 5-2 nel tie break. Nonostante le problematiche, e le sbavature, alla prima opportunità utile Federer mette la testa avanti. Goffin non apporta particolari modifiche al piano tattico, non molla, ma si adatta comunque al più scontato degli epiloghi.

Giocare meglio, evidentemente, non può bastare. La seconda frazione vive di un equilibrio precario fino al settimo game. Federer, che centimetri in risposta li guadagna proprio nel momento del bisogno, assesta la spallata decisiva e vola verso la vittoria senza particolari sbavature.

Per Fabio Fognini e Matteo Berrettini, in ottica Finals, una buona notizia. Stefanos Tsitsipas cade nello spicchio di tabellone di Novak Djokovic. Per abbattere la resistenza di Hubert Hurkacz, però, ha bisogno di un laborioso 7-5 3-6 7-6(5).

CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RISULTATI DI GIORNATA E IL PROGRAMMA DI DOMANI Photo Credit: Getty Images