Atp Winston-Salem - Riecco Cecchinato! Sandgren supera Murray


by   |  LETTURE 4021
Atp Winston-Salem - Riecco Cecchinato! Sandgren supera Murray

In una giornata condizionata fortemente dalla pioggia, che rimanda gran parte del programma, spunta un raggio di sole per Marco Cecchinato. Dopo una tragica serie di dieci sconfitte consecutive – la stragrande maggioranza delle quali in due set – il siciliano approfitta del ritiro di Alexander Bublik a inizio secondo set e a Winston-Salem ritorna al successo.

In un match che si gioca sul Campo 2 (purtroppo non coperto da produzione televisiva) annulla comunque due palle break nel settimo game e spezza gli equilibri con un mega-parziale di 4-0 nel cuore del tie break. Bublik alza poi bandiera bianca quando il punteggio è fisso proprio sul 7-6(3) 1-0.

Ostacolo John Millman per l’azzurro, che ha peraltro vinto gli unici due precedenti. Entrambi datati 2018. Slitta, e non di poco, l’esordio di Andy Murray a Winston-Salem. Con l'obiettivo di mettere match nelle gambe e di togliere la ruggine, il britannico non sfigura.

Anzi. Non vince nemmeno contro Tennys Sandgren – giocatore decisamene scomodo da affrontare – ma lotta e si spegne solo ai piedi di un secondo tie break. Finisce infatti 7-6(8) 7-5. Un primo game da 23 punti, che lo statunitense riesce a vincere concedendo una sola palla break, fa comunque da sfondo a quello che è un ovvio 6-6.

Lo statunitense scappa sul 6-4, ma chiude solamente alla quarta chance utile. Ovviamente non senza cancellare un set point nel mezzo. Murray, ovviamente senza troppe energie fisiche e mentali, racimola le briciole nei primi tre game e reagisce praticamente solo a un passo dal baratro.

Il quasi disperato tentativo di accorciare gli scambi prolungati e di presenziare a rete con una certa costanza gli consente di recuperare un break di ritardo e di vincere i primi due quindici nell’ottavo gioco. Sandgren, che in una prima occasione riesce a salvarsi, chiamato a servire per il match sporca il taccuino con due doppi falli e rimette l’avversario in carreggiata.

Murray vanifica però la rimonta vincendo appena due dei successi dieci punti. Ha dello storico il successo di Duck Hee Lee - peraltro alla prima apparizione nel circuito maggiore - che spezza il tabù della sordità tra i Big superando Henri Laaksonen.

Da registrare anche che la pioggia rimanda il complicato esordio di Thomas Fabbiano con Andrey Rublev. Reduce dalla vittoria ai danni di Roger Federer a Cincinnati. Clicca qui per tutti i risultati di giornata Photo Credit: ATP Twitter