Nick Kyrgios: "Sono stato frenato da problemi mentali"


by   |  LETTURE 5263
Nick Kyrgios: "Sono stato frenato da problemi mentali"

Nick Kyrgios, nel bene e nel male, in ogni sua apparizione in conferenza stampa è sempre sincero, trasparente, senza sovrastrutture. E in un’intervista durante il torneo di Washington, dopo aver superato il primo turno contro Thai-Son Kwiatkowski rivela il motivo di fondo, dei suoi atteggiamenti in campo, che tanto hanno riempito le pagine delle cronache sportive.

Dal teatrino degli orrori messo in piedi a Roma al forfait al Roland Garros con tanto di dichiarazione d’amore sdraiato sull’erba di Wimbledon “ Il Roland Garros fa schifo paragonato a questo posto, fa davvero schifo”.

Forfait allora giustificato con un imprecisato malessere. Ora quel malessere assume, nelle parole dell’australiano, le sembianze di un problema ben più profondo. “Non ho giocato molto quest’anno, ho dovuto affrontare molti problemi mentali”.

Felice per aver superato il turno, Kyrgios spiega la sua formula, che non sempre ha funzionato: “Per me ogni partita è la stessa cosa. Servire bene, giocare bene e seguire il mio istinto e vedere come va a finire.

E’ sempre stato così nella mia carriera”. Per la cronaca la formula ha funzionato anche il turno successivo con Gilles Simon. Senza essersi lasciato mancare la racchetta distrutta, regalata poi ad un bambino, e la mancata stretta di mano all’arbitro. Nel bene e nel male, Nick Kyrgios.