Atp Kitzbuhel - Sonego show: stritola Verdasco e vola in semi contro Thiem


by   |  LETTURE 3492
Atp Kitzbuhel - Sonego show: stritola Verdasco e vola in semi contro Thiem

Le oltre sei ore trascorse in campo per aggiudicarsi i primi due incontri non hanno per nulla influito sulla resistenza fisica e mentale di Lorenzo Sonego, capace di raggiungere a Kitzbuhel la seconda semifinale della sua giovane carriera.

Il giocatore torinese ha eliminato a sorpresa il veterano spagnolo Fernando Verdasco grazie ad un 6-4 6-4 che la dice lunghissima sui progressi effettuati dall’azzurro negli ultimi dodici. Un successo, come detto, ancora più prezioso alla luce delle maratone contro Federico Delbonis e Roberto Carballes Baena, in cui aveva dovuto annullare la bellezza di nove match complessivi (otto all’argentino e uno allo spagnolo negli ottavi).

Il numero 7 del seeding ha cambiato decisamente marcia a partire dalla metà della frazione inaugurale, merito soprattutto dell’altissima resa servizio (31/38 quando ha messo in campo la prima). Sonego ha inoltre cancellato ben quattro delle cinque palle break fronteggiate, mentre il tennista madrileno ha iniziato progressivamente ad innervosirsi e a commettere sempre più errori gratuiti.

Emblematico, in tal senso, l’andamento del secondo set. Grazie a questo risultato, Lorenzo è già certo di eguagliare il suo best ranking, visto che da lunedì prossimo sarà almeno numero 46 ATP (lo era già stato subito dopo aver vinto il suo primo titolo ad Antalya).

Ad attenderlo c’è il padrone di casa Dominic Thiem, intenzionato più che mai a riscattarsi dopo il passo falso ad Amburgo la settimana scorsa. A dire il vero, l’austriaco non sta esprimendo il suo miglior tennis e anche oggi ha dovuto faticare per battere Pablo Andujar in un’ora e 45 minuti.

Il 7-6(4) 6-4 conclusivo non descrive a pieno le difficoltà incontrate dal finalista del Roland Garros, obbligato per ben due volte a recuperare un break nel primo set. Anche nel secondo parziale lo spagnolo non ha gestito bene il vantaggio, finendo anzi per subire una striscia di sei game a uno dal 3-0 in suo favore.

Nella parte bassa del tabellone, si segnala la convincente affermazione di Albert Ramos-Vinolas ai danni di uno spento Jeremy Chardy. Il campione di Gstaad si è imposto 6-3 6-4 in 75 minuti, prenotando così un posto in semifinale contro Casper Ruud.

Il 20enne norvegese non ha infatti lasciato scampo a uno specialista come Pablo Cuevas, numero 4 del seeding e costretto alla resa sul punteggio di 6-3 7-6(4) poco dopo lo scoccare dell’ora e mezza di gioco. Ramos ha sconfitto Ruud in entrambi i precedenti, andati in scena rispettivamente a Barcellona nel 2017 e al Roland Garros lo scorso anno.

Clicca qui per tutti i risultati di giornata