Atp Umago - Caruso centra un'altra impresa. Sinner fuori ma convince.


by   |  LETTURE 6301
Atp Umago -  Caruso centra un'altra impresa. Sinner fuori ma convince.

Incominciamo da Jannik Sinner. Perde il suo incontro (76 63) contro Aljaz Bedene, ma conferma in tutto e per tutto di essere un predestinato, anche nella sconfitta. Disputa una partita, un'ottima partita, giocando come sempre al limite, mettendoci grinta e voglia di prendersi sempre il punto, sempre rischiando.

Tanti i vincenti che strappano gli applausi. Tante anche le ingenuità. Il primo parziale, Sinner, lo cede al tiebreak. Dopo aver strappato il servizio allo sloveno proprio al momento di servire per il set. Nel secondo parziale, prima spreca l'occasione per il break immediato, poi nel sesto gioco si fa togliere il servizio dopo non aver sfruttato tre palle del tre pari.

E qui finisce la partita, con la chiosa finale di una palla break non colta quando Bedene sta servendo per il match.. Ma per Jannik è solo questione di tempo. E poi questi incontri li vincerà in tutta tranquillità.

Salvatore Caruso ci ha oramai abituati alle sorprese. Dopo l’ottimo Roland Garros dove ha colto le prime due vittorie in uno Slam, lui che in carriera aveva vinto solo un incontro Atp (ad Anversa lo scorso anno) eccolo cogliere un'altra grande vittoria contro il numero due del tabellone e idolo di casa Borna Coric, una vittoria di carattere, cuore e cervello.

Vittoria in tre set (62 36 61), con l’italiano che ha dominato il primo e terzo parziale, subissando di vincenti il malcapitato croato. Coric solo nel secondo set riesce a risollevarsi da una prestazione davvero opaca.

Davvero troppi gli errori non forzati, nel tentativo di venirne a capo contro un avversario in stato di grazia. Negli altri incontri di giornata, Dusan Lajovic si sbarazza facilmente di Andrej Rublev (64 63), uno dei tanti dell’infornata di next gen, smarritosi per strada.

Vincitore proprio del torneo di Umag nel 2017, lo stesso anno in cui raggiunge i quarti di finale agli Us Open. Nell’incontro precedente, vittoria anch’essa senza troppi patemi di Facundo Bagnis contro Nino Serdarusic (63 63), entrato in tabellone grazie ad una wild card.Si giocava anche a Newport, ma come per ogni torneo su erba che si rispetti è arrivata la pioggia a rovinare tutto. Interrompendo l’incontro tra Granollers e Zverev senior, con lo spagnolo avanti di un set ( 63).