Fabio Fognini: “Gioco a Umago per ripartire”


by   |  LETTURE 5400
Fabio Fognini: “Gioco a Umago per ripartire”

Al di là dell’eccezionale successo nel Masters 1000 di Monte Carlo nell’aprile scorso, dove per altro ha sconfitto Rafael Nadal in semifinale, il 2019 di Fabio Fognini non è stato in realtà condito fino ad oggi di molte vittorie.

Si pensi ai tornei su terra rossa che hanno seguito il trionfo monegasco: il tennista di San Remo ha dovuto innanzitutto dare forfait a Barcellona ed Estoril per problemi fisici, per poi perdere agli ottavi di finale di Madrid, Roma e Parigi (sconfitto rispettivamente da Thiem, Tsitsipas e Alexander Zverev).

Risultati buoni, ma non all’altezza delle aspettative che si sono create dopo il successo di Monte Carlo. Consapevole di aver bisogno di una pausa e di un cambio di rotta, Fognini ha deciso di non giocare alcun torneo di preparazione a Wimbledon, dove ha perso al terzo turno dal non eccezionale Tennys Sandgren.

L’ATP 250 di Umago rappresenta quindi la prima tappa del ligure per tornare sulla via del successo e per riacquistare innanzitutto la fiducia persa negli ultimi mesi. A tal proposito Fognini ha parlato in una conferenza stampa prima del suo debutto nel torneo, dove aspetta al secondo turno il vincitore della sfida tutta italiana tra Travaglia e Fabbiano: “Sono qui ad Umago perché ho bisogno di accumulare partite e raccogliere forza per le prossime settimane.

Ho bisogno di giocare prima di approdare al cemento, perché credo di essere un tennista che quando decide di riposare soffre molto per recuperare la forma”. Fognini si è detto comunque rilassato di giocare in Croazia: “Sono molto felice di poter essere qui con la mia famiglia e passare del tempo con loro prima di partire per gli Stati Uniti.

Umago è come se fosse un torneo per metà italiano, per la sua vicinanza e per la grande quantità di appassionati italiani che sono in vacanza in questo territorio”