Atp Antalya - Sonego, primo titolo e Top 50. Si inchina Kecmanovic


by   |  LETTURE 4594
Atp Antalya - Sonego, primo titolo e Top 50. Si inchina Kecmanovic

Matteo Berrettini a Stoccarda, Lorenzo Sonego ad Antalya. Con una semifinale di Thomas Fabbiano a Eastbourne nel mezzo e una massiccia presenza a Roehampton per le qualificazioni di WImbledon. Il tennis azzurro è in salute. E lo è anche su una superficie come l'erba

Sonny - archiviata la pratica Carreno Busta in mattinata - contro Miomir Kecmanovic recupera un set di ritardo e annulla addirittura un match point. Il primo titolo in carriera nel circuito maggiore, infatti, lo costruisce nel tie break del secondo set e lo sigilla dilangando nel finale: il 6-7(5) 7-5(5) 6-1 che condisce con 25 ace vale anche un posto tra i primi 50 giocatori del mondo. 

Kecmanovic, che vince meno punti dell'avversario nella prima frazione, cura meglio i dettagli. E annulla complessivamenete sei palle break (di cui quattro set point) a cavallo tra il quinto e l'undicesimo game. Sonego, che invece di vere problematiche con la battuta a disposizione ne ha solo sul 4-4, paga una strategia troppo conservativa. Nel jeu decisif è infatti il serbo a costruire immediatamente il vantaggio e a sigillare la prima frazione nonostante un errore in fase di impostazione sul 6-4. E Sonego, che una chance con il dritto se la costruisce, preferisce affidarsi alla palla corta. Che in realtà nel corso della prima frazione gli frutta due soli punti su sette. 

Nel secondo set, succede tutto ai piedi del tie break. Con Kecmanovic che sul 4-4 recupera da una pericolosissima situazione di 0-30 e che nel game successivo accarezza il successo. Sonego, che con il servizio salva un match point, dilapida poi con È un errore in uscita dal servizio un primo mini-break e ricostruisce il vantaggio solo con un passante di dritto sul 3-3 e un regalo dell'avversario che sul 3-4 piazza un doppio errore. Alla seconda opportunità utile, con una parata nei pressi della rete, pareggia poi i conti. 

Con la lancetta della benzina vicinissima allo zero, Kecmanovic non trova armi sufficientemente valide negli scambi prolungati. E nel quarto gioco, quello decisivo, con tre errori piuttosto evidenti di dritto alza praticamente bandiera bianca. Sonego inserisce il pilota automatico, bissa l'operazione break sul 4-1 e completa l'opera vincendo il 100% dei punti con il servizio.