Feliciano Lopez:"mi spiacerebbe lasciare il tennis essendo competitivo"


by   |  LETTURE 3380
Feliciano Lopez:"mi spiacerebbe lasciare il tennis essendo competitivo"

Feliciano Lopez risorge dalle ceneri e a 37 anni gioca una settimana a livelli incredibili, conquistando il titolo sia in singolare he in doppio ( in coppia con Andy Murray) al Queen’s. E’ Rtve a raccogliere le parole dello spagnolo, in un’intervista radiofonica a cuore aperto: “la vita oggi mi regala sorprese come questa.

Devo godermi tutto questo al massimo, perché non me lo aspettavo affatto un momento della carriera in cui ho quasi 38 anni. Ma questa settimana non ci sono stati “ma”. Ho giocato davvero bene, ho affrontato bene fisicamente partite durissime sia in singolare che in doppio.

A volte ci sono delle cose che sembrano preparate per te e a te tocca solo renderle possibili”. “ho molti sentimenti che vivono dentro di me, prima di giocare al Queen’s ho disputato un Challenger ( a Surbiton) e partecipato a Stoccarda, dove ho subito sconfitte solo per piccoli dettagli.

Ma questa settimana le cose sono andate diversamente. Certo, l’infortunio di Del Potro mi ha aiutato, ma mi sentivo in grado di affrontare qualsiasi avversario. Ho sconfitto Raonic, Aliassime e Simon. Nessun sceneggiatore avrebbe mai immaginato tutto questo” continua Feliciano ridendo.

Lo spagnolo ha parole dolcissime anche per Murray, suo compagno di doppio: “giocare con Andy proprio al suo ritorno in campo è stata un’esperienza incredibile, c’era entusiasmo pazzesco, ad ogni nostra partita.

Andy è felice perché non poteva immaginare che sarebbe stato in grado di giocare senza provar alcun dolore. E’ vero che è ancora troppo presto per vederlo in singolare, ma sta progredendo e questo lo rende felice.

Non prova dolore ed è un segnale positivo. Sono sicuro che giocheremo di nuovo assieme nei tornei importanti”. Lopez chiude parlando del suo ritiro: “capisco che molte persone dicono che la cosa migliore è ritirarsi quando ancora si è all’apice del successo.

Ma non voglio lasciare il tennis essendo ancora così competitivo. Giocherò quest’anno e l’anno prossimo, nei grandi tornei”. La wildcard per Wimbledon è infine la ciliegina sulla torta, di questa settimana: “sono grato agli organizzatori, mi hanno reso davvero felice”: