Atp Stoccarda - Berrettini liquida Kyrgios in meno di un'ora, ko Shapovalov


by   |  LETTURE 4809
Atp Stoccarda - Berrettini liquida Kyrgios in meno di un'ora, ko Shapovalov

Ottimo esordio per Matteo Berrettini sull’erba di Stoccarda. Il sorteggio non era stato affatto benevolo con la grande promessa del tennis azzurro, subito obbligato a fare i conti con un osso duro come Nick Kyrgios. A dispetto delle solite intemperanze, il giocatore australiano è temibilissimo su questa superficie, come dimostra anche la semifinale raggiunta l’anno scorso e persa al fotofinish contro Roger Federer.

Il giovane talento romano si è imposto grazie allo score di 6-3 6-4 in appena 53 minuti di gioco, frutto di una prestazione solida e priva di sbavature. Il pupillo di Vincenzo Santopadre ha messo a segno ben dieci aces con l’80% di resa sulla seconda, tanto da non concedere nemmeno una palla break a Kyrgios.

Il numero 36 ATP, che aveva saltato il Roland Garros per prepararsi a giocare sull’erba, non ha dimostrato progressi sotto il profilo dell’atteggiamento, anzi il suo livello di concentrazione è sembrato ai minimi storici.

Il talento di Canberra è arrivato una sola volta a 40 in risposta, mentre ha pagato a carissimo prezzo un orrendo turno di battuta nel sesto game del primo set. Copione praticamente identico nella seconda frazione, in cui Matteo è stato bravo a non farsi distrarre dalle ‘bizzarre’ giocate del rivale.

Berrettini non ha mai perso il ritmo azzeccando un paio di ottime risposte sul 4-4, che gli hanno spianato la strada verso il break decisivo. Una striscia mortifera di otto punti a due ha chiuso la partita, oltre a mettere in evidenza i notevoli progressi effettuati dall’italiano sotto ogni aspetto del gioco.

Per Matteo sarà fondamentale mantenere questo rendimento anche al prossimo turno, dove ad attenderlo c’è la seconda testa di serie Karen Khachanov. Il 23enne capitolino si è aggiudicato l’unico precedente andato in scena qualche mese fa a Sofia.

Delude ancora Denis Shapovalov, costretto ad incassare la seconda sconfitta di fila per mano di Jan-Lennard Struff. Come già accaduto al Roland Garros, il gigante tedesco ha sfruttato l’inconsistenza del canadese e ha staccato il pass per gli ottavi.

Rientro vincente per Milos Raonic, finalista qui l’anno scorso e giustiziere in rimonta del qualificato australiano Popyrin. Passano il turno anche Felix Auger-Aliassime e Lucas Pouille, che ha annullato due match point a Feliciano Lopez prima del 6-3 3-6 7-6(7) conclusivo.

Più agevole il successo del canadese, settimo favorito del seeding, che ha rifilato un sonoro 7-5 6-3 a Ernests Gulbis e aspetta il vincente tra Gilles Simon e Peter Gojowczyk. Clicca qui per tutti i risultati di giornata