Atp Tour - Caruso si arrende a Garin in Olanda, a Stoccarda facile Tsonga


by   |  LETTURE 1570
Atp Tour - Caruso si arrende a Garin in Olanda, a Stoccarda facile Tsonga

Finisce subito l’avventura di Salvatore Caruso sull’erba di S-Hertogenbosch. Il tennista italiano, proveniente dalle qualificazioni, può poco contro il talento cileno Christian Garin, che passa con un comodo 6-1 6-4 in poco più di un’ora di partita.

Per l’azzurro, reduce dall’exploit al Roland Garros, si tratta della prima sconfitta contro il cileno, che gli si era arreso due volte su due in passato (ma sempre su terra). Dopo un primo set a senso unico, nel secondo è Salvo a riuscire per primo a graffiare il break e a confermarlo poi nel game successivo, salendo 4-1.

Sul più bello, però, arriva la pronta reazione di Garin, che infila un poderoso parziale di 12 punti a 1 e si riporta immediatamente in parità. La rimonta del cileno si completa nel nono gioco, quando Garin strappa per la seconda volta di fila il servizio all’avversario e si guadagna l’opportunità di servire per il match, chiudendo al primo match point per il definitivo 6-4.

Il suo prossimo avversario sarà Robin Haase, che se l’è vista brutta contro il giovane francese Ugo Humbert, scampandola in rimonta sul 5-7 7-6(2) 7-6(4). Parte invece con il piede giusto Frances Tiafoe, che si presenta in Olanda da testa di serie numero 6.

Lo statunitense passa infatti all’esordio con un 6-2 7-6(0) ai danni di Joao Sousa e vendica così le sconfitte subite per mano del portoghese nei due precedenti, entrambi però disputati sul rosso: quello dell’Estoril lo scorso anno e quello, freschissimo, degli Internazionali di Roma 2019.

Sulla strada di Tiafoe, che fin qui in carriera non è mai riuscito a vincere più di due partite in un torneo su erba, c’è l’australiano Jordan Thompson, impostosi in rimonta sul qualificato Paul.

Avanza anche Taylor Fritz, che liquida in due set la wild card Jurij Rodionov. Adesso per il classe ’98 si prospetta però la sfida tutt’altro che semplice contro il numero 2 del seeding Borna Coric, che conduce 2-0 negli head to head.

Sull’erba di Stoccarda, buona la prima per Jo-Wilfried Tsonga, che lascia appena tre game (tutti nel primo set) ad un Mischa Zverev sempre più in crisi di risultati. Per il tedesco si tratta infatti della nona sconfitta consecutiva, e in tutte e nove Zverev non è mai riuscito a portare a casa neanche un set.

Convincente invece la prestazione del transalpino, atteso adesso da un secondo turno potenzialmente ben più impegnativo, visto che potrebbe ritrovarsi davanti il finalista uscente Milos Raonic; il canadese dovrà però prima superare l’esame all’esordio contro il qualificato Popyrin.

La sorpresa del giorno la firma Miomir Kecmanovic, che supera in rimonta uno specialista dell’erba come Philipp Kohlschreiber, qui finalista nel 2013 e nel 2016. La pioggia la fa invece da padrona per tutto il pomeriggio, rimandando a domani quelle che dovevano essere le due sfide di cartello di oggi: Shapovalov - Struff e Fucsovics - Munar.

Nel circuito WTA, si conoscono le avversarie di esordio per le prime due teste di serie dell’International di S-Hertogenbosch: la padrona di casa e numero 1 Kiki Bertens se la vedrà con la connazionale Arantxa Rus, che si è aggiudicata in due set il derby contro la Schoofs; mentre la numero 2 Aryna Sabalenka affronterà Veronika Kudermetova, giustiziera per 6-3 6-4 di Ons Jabeur.

Subito fuori infine la testa di serie numero 7 Viktoria Kuzmova, sorpresa in rimonta dalla Gasparyan.
Clicca qui per tutti i risultati di giornata