Atp Tour - Zverev in finale, ma che fatica. Super rimonta di Aliassime


by   |  LETTURE 2527
Atp Tour - Zverev in finale, ma che fatica. Super rimonta di Aliassime

Con enorme fatica Alexander Zverev ha raggiunto la finale dell’ATP di Ginevra, che ha messo in evidenza tutte le attuali difficoltà del campioncino tedesco alle prese con un inizio di stagione da incubo. Il vincitore delle ATP Finals 2018 non ha mai realmente convinto pur arrivando all’ultimo atto e domani cercherà di ottenere il primo titolo nel 2019 (l’undicesimo della sua carriera).

Dopo la tremenda battaglia di ieri contro la rivelazione Dellien, anche oggi Sascha ha impiegato oltre due ore e mezza per avere la meglio su Federico Delbonis grazie allo score di 7-5 6-7(6) 6-3. Un andamento assolutamente imprevedibile, specie se si considera che il numero 5 ATP era avanti 5-1 nel primo set e conduceva di un break nel secondo.

Gli innumerevoli passaggi a vuoto del teutonico hanno alimentato le speranze di rimonta dell’argentino, che però ha accusato la stanchezza nella terza frazione subendo il break già nel terzo game. Nonostante i 15 aces messi a referto, Zverev ha pagato a caro prezzo la scarsa resa con la seconda cedendo per ben tre volte il servizio.

Ad attenderlo domani ci sarà Nicolas Jarry, autore invece di una performance molto solida contro Radu Albot. Il giocatore cileno si è infatti imposto 6-3 6-4 in un’ora e sedici minuti, incappando in un lieve passaggio a vuoto soltanto al momento di chiudere il match.

Il numero 5 del seeding non è comunque riuscito a risalire la china, affossato da un eccessivo numero di gratuiti dalla riga di fondo. Nell’altro appuntamento della settimana, l’ATP di Lione, saranno Benoit Paire e Felix Auger-Aliassime a contendersi il titolo.

Quest’ultimo ha rimontato Nikoloz Basilashvili nell’incontro più emozionante del torneo, utile a consegnargli la seconda finale in carriera nel circuito maggiore. Il giovane talento canadese ha dimostrato una grandissima forza di nervi dopo un orrendo primo set, che non gli ha impedito di prevalere 2-6 7-6(3) 6-4 quasi allo scoccare delle due ore e un quarto di battaglia.

A separarlo dal primo titolo a livello ATP c’è soltanto Paire, capace di dominare Taylor Fritz in appena 65 minuti. Il francese ha messo a segno ben dieci aces concedendo le briciole sul proprio servizio, mentre lo statunitense non è mai realmente entrato in partita come testimonia il 6-4 6-2 conclusivo.

Per Benoit si tratta della settima finale in carriera, con un bilancio di due successi e quattro sconfitte. In caso vittoria, il 30enne di Avignone bisserebbe il trionfo a Marrakech dell’aprile scorso.