Atp Roma - Finalmente tennis! Federer va via facile, Nadal di più


by   |  LETTURE 4443
Atp Roma - Finalmente tennis! Federer va via facile, Nadal di più

Non può piovere per sempre, dicono. Gli organizzatori degli Internazionali d’Italia, probabilmente, hanno avuto forti dubbi a riguardo ieri. Nel giovedì romano torna a splendere il sole e, di pari passo, anche il tennis.

Nella surrealtà di un programma-fiume può anche accadere che Roger Federer e Rafa Nadal giochino in contemporanea. Ed è così. Uno sul Centrale, Roger, l’altro sulla Next Gen Arena, Rafa. È in qualche modo un evento unico.

Impegnato a metà mattinata, Federer torna a sporcarsi le stringhe con la terra del Foro come non accadeva dal 2016 quando, malconcio, perse in due set contro Thiem. Ora dall’altra parte della rete c’è Joao Sousa, modesto mestierante del rosso e poco altro.

La partita resta in equilibrio fino al 3-3, ovverosia fin quando lo svizzero decide di mettere le marce alte e prendersi il break che, di fatto, fa calare il sipario sull’intero match. Forte del vantaggio, consolidato da un dritto mostruoso che permette a Federer di salire sul 5-3, Roger entra in the zone, manca un paio di set point già sul 5-3 e intasca con facilità il 6-4 col servizio a disposizione.

Sousa non si riprende più e consegna un altro break già nel game che apre il secondo set. A questo punto per lo svizzero – che al Foro Italico ha giocato quattro finali, perdendole tutte – è un gioco da ragazzi chiudere la questione.

Tolto il fastidio di un 15-40 recuperato nell’ottavo game, Federer non si ferma e archivia la pratica con un netto 6-4 6-3 in 80 minuti. Nel tardo pomeriggio sulla Next Gen Arena il coefficiente di difficoltà si alzerà: ad attenderlo troverà, difatti, quel Borna Coric che lo ha già battuto due volte (su cinque) in carriera.

Nel frattempo il suo compare Nadal, forse con un occhio al doppio turno da disputare, decide di velocizzare le operazioni e stritola il malcapitato Jeremy Chardy. Il francese impiega 53 minuti per muovere il suo “zero” alla casella game.

Nel mentre l’otto volte campione degli Internazionali (e defending champion) ne ha già portati a casa nove, il che vuol dire che la partita è diventata rapidamente una scampagnata. Il maiorchino, dopo aver lasciato quel game, dà un altro colpo di gas e chiude l’allenamento agonistico con un durissimo 6-0 6-1 per guadagnare l’accesso agli ottavi di finale che giocherà sul Centrale nel match che aprirà la sessione serale contro Nikoloz Basilashvili.

Neanche il tempo di partire con l’insolito e burrascoso Super-Thursday del Foro Italico ché ecco la prima, grande, grandissima sorpresa degli Internazionali d’Italia versione 2019. Dominic Thiem, probabilmente il più in forma in questa parte di stagione, saluta la compagnia al debutto.

In un Pietrangeli ovviamente stracolmo e bollente, l’austriaco si fa rimontare da Fernando Verdasco, oggi in evidente giornata-sì. Lo spagnolo ci aveva provato a farsi sfuggire l’ennesima occasione della carriera quando prima restituisce immediatamente il break di vantaggio per mancare poi quattro palle break sul 4-4 del terzo set.

Un pessimo game sul 5-5 di Dominic regala a Verdasco un altro vantaggio, stavolta decisivo. Si apre, dunque, clamorosamente il tabellone di Fognini con l’uscita di scena del numero 4 del mondo e si facilita non poco il cammino ipotetico di Nadal, l’altro pezzo forte della metà bassa di tabellone.