Atp Madrid - Nadal in rodaggio, Auger-Aliassime può comunque poco


by   |  LETTURE 2207
Atp Madrid - Nadal in rodaggio, Auger-Aliassime può comunque poco

Non è il miglior Rafa Nadal su terra, e questo si sapeva. Non è forte abbastanza Felix Auger-Aliassime – o, almeno, non ancora – per batterlo, e anche questo si sapeva. Tolti i primi cinque minuti di leggerissima incertezza circa le condizioni del maiorchino, Rafa imbrocca la strada giusta per inaugurare con un successo la campagna madrilena in quella Caja Magica che l’ha visto vincere in cinque edizioni.

Se vogliamo, tra le roccaforti sul rosso di Nadal, quella della capitale spagnola è la meno difesa. Il baby canadese – il più forte nella nidiata targata 2000 – dura fino al 3-3. Non vince praticamente alcun punto in risposta, ma in compenso non ha grosse difficoltà alla battuta.

Dal game numero sette, però, Nadal scava un solco incolmabile per il canadese: cinque game in fila consentono al maiorchino prima di intascare il primo set per 6-3 e poi di partire sul 2-0 nel secondo. Non serve dire che quello è il punto di non ritorno nella giornata di Auger-Aliassime.

Al break che Rafa confeziona in apertura ne segue un altro poco dopo, sul 4-2. A un metro dal logico 6-2 finale, Nadal incappa nel primo - e unico - passaggio a vuoto della sua giornata: lo spagnolo, difatti, perde il servizio alla prima chance offerta.

Il game in più portato a casa da FAA cambia solo la sostanza e genere un punteggio periodico perché Rafa piazza il break nel game seguengte e fissa lo score sul doppio 6-3 in 90 minuti esatti al sesto match point.

Agli ottavi Nadal trova Frances Tiafoe, oggi vincitore contro Philipp Kohlschreiber in tre set, già battuto dal numero 2 del mondo quest’anno all’Australian Open.