Atp Buenos Aires - Cecchinato da sogno: terzo titolo e best ranking


by   |  LETTURE 5862
Atp Buenos Aires - Cecchinato da sogno: terzo titolo e best ranking

È un Marco Cecchinato formato deluxe quello che demolisce Diego Schwartzman nella finale dell’Argentina Open con un poderoso 6-1 6-2 e graffia così il terzo titolo in carriera, tutti conquistati su terra a livello 250 e tutti negli ultimi 10 mesi.

Il palermitano, numero 3 del seeding, si conferma imbattibile nelle finali ATP e suggella con una prestazione capolavoro una settimana da sogno, che l’ha visto trionfare senza aver ceduto neanche un set nell’intero torneo: è il terzo tennista italiano a laurearsi campione a Buenos Aires, dopo Giorgio De Stefani, che ci riuscì nel 1935, e Nicola Pietrangeli, che qui trionfò in due edizioni (nel 1963 e nel 1965).

Marco interrompe inoltre una serie di quattro sconfitte consecutive per tennisti azzurri che erano giunti in finale in Argentina: Panatta nel ’75, Volandri e Di Mauro nel biennio 2006-2007 ed infine Fognini nel 2014.

Per Schwartzman, che aveva eliminato il numero 1 Dominic Thiem in semifinale e che si presentava alla sfida odierna da testa di serie numero 4, si tratta invece della terza sconfitta su cinque finali disputate in carriera nel circuito maggiore.

Il primo set è una spaventosa prova di forza dell’azzurro, che avrebbe potuto chiudere anche con il bagel se l'argentino non avesse salvato le tre palle break concesse nel suo primo turno di battuta. Marco è letteralmente perfetto, perde appena quattro punti in altrettanti turni di servizio ed incassa il più comodo dei 6-1 in appena 29 minuti di monologo.

Stesso copione nel secondo set, dove il siciliano ottiene il break in apertura e, continuando a non concedere nulla al servizio, bissa nel settimo gioco, prima di chiudere i conti con un eloquente 6-2 in poco più di un’ora.

A testimoniare l’incontrastato dominio di Cecchinato ci pensano i numeri: 0 palle break concesse, 85% di punti con la prima (contro il 56% dell’argentino), 71% con la seconda (a fronte del drammatico 31% di Schwartzman), una serie non numerabile di deliziose smorzate ed imprendibili rovesci vincenti.

Un successo fondamentale anche sul piano del ranking, visto che consente al siciliano di guadagnare un’altra posizione e di ritoccare così il best ranking personale: da domani Marco sarà infatti numero 17 del mondo, ad appena 134 punti di distanza dal numero 1 azzurro Fabio Fognini.

Superati dunque Andreas Seppi, Andrea Gaudenzi ed Omar Camporese, che si erano fermati a 18 in termini di best ranking.

ATP Buenos Aires - finale:
[3] M. Cecchinato b. [4] D. Schwartzman 6-1 6-2