Atp Pune - Anderson re dei tie break, battuto Karlovic in finale


by   |  LETTURE 989
Atp Pune - Anderson re dei tie break, battuto Karlovic in finale

Pensare un ragazzotto di 212 centimetri - e di 39 anni - con questo temperamento non è facile. Eppure Ivo Karlovic snobba i numeri, il tempo, le circostanze. E a Pune - nel più povero dei tre tornei settimanali - accarezza l'ottavo titolo in carriera collezionando 36 ace. Nella finale più alta nell'Era Open, Kevin Anderson nega al croato l'ottavo titolo in carriera rimontando due punti di svantaggio nel tie break del terzo set. A cavallo tra il secondo e il terzo set è comunque quello ad avere il maggior numero di chance. Finisce, manco a dirlo, 7-6(4) 6-7(2) 7-6(5).

Come da copione, nella prima frazione il traguardo minimo è il tie break. I due si equivalgono quasi completamente con la battuta a disposizione - anche se il croato ha comunque bisogno di cancellare due set point nel decimo game - prima che Anderson metta un punto esclamativo sulla questione con un iniziale parziale di 5-2. 

Il sudafricano ha un bagaglio tecnico più ampio, una migliore percentuale di punti in risposta e una velocità di reazione decisamente migliore. Non è un caso che sia l'unico ad avere chance (complessivamente quattro a cavallo tra il nono e l'undicesimo game) prima di un secondo tie break. Karlovic rimane a galla con le unghie e con i denti, approfitta di un errore in fase di impostazione dell'avversario in avvio - che mentalmente risente di qualche errore di troppo - e non spreca l'opportunità di rimandare la faccenda al terzo set.

Il match si assesta su binari decisamente noti. Karlovic- che con il servizio lascia per strada complessivamente due punti nei primi cinque giochi - pasticcia però ai piedi del tie break. Anderson pesca un jolly sul 15-15, approfitta di un errore sul 15-30, ma non ha praticamente modo di toccare la palla sui due match point. Il croato non manca l'appuntamento con il tie break nemmeno nella terza frazione e con un mini-break in apertura e un miracolo sul 4-2 nei pressi della rete ipoteca il successo. Nel momento della verità, sul 5-4, si lancia nei pressi della rete con troppa sufficienza e per due volte non riesce a preparare una volée. Anderson in rimonta, con un ace (il ventunesimo) e con un parzialotto di 5-0 acciuffa il successo. 

ATP Pune, Finale:

[1] K. Anderson b. I. Karlovic 7-6(4) 6-7(2) 7-6(5)