Atp Cincinnati - Wawrinka fa sul serio, Kyrgios non ne ha bisogno


by   |  LETTURE 9257
Atp Cincinnati - Wawrinka fa sul serio, Kyrgios non ne ha bisogno

La pioggia trasforma Stan Wawrinka in un predatore notturno. Nel secondo test in Ohio, l’elvetico regola Kei Nishikori. Di fatto – in un doppio 6-4 che costruisce in poco meno di 90 minuti – recupera un break di svantaggio nel cuore della prima frazione e inserisce il pilota automatico con estrema minuzia. Al traguardo ci arriva con l’81% di punti con la prima palla e un bottino di winners piuttosto elevato. Stan vola da Marton Fucsovics – affrontato e battuto in maniera rocambolesca a Toronto – giustiziere sempre nella notte di Guillermo Garcia Lopez.

Indolente, antipatico, brutto, sporco e cattivo. Praticamente perfetto. Nick Kyrgios ritrova Borna Coric a Cincinnati e anche senza 39 ace acciuffa il successo tra un’interruzione e l’altra. Naturalmente con un tragico passaggio a vuoto nel secondo set. L’australiano chiude 7-6(1) 0-6 6-3 e con la targhetta del finalista sulle spalle aspetta in totale comodità il vincente del match tra Del Potro e Chung. Bloccati dalla pioggia nella parte finale della giornata. Tutt'altro che incoraggianti, poi, le previsioni meteo in quella che (a tutti gli effetti) si profila come la giornata più densa di incontri nel Western & Southern Open di Cincinnati. 

Grigor Dimitrov butta fuori dal torneo il più vecchio dei fratelli Zverev e raggiunge l’obiettivo minimo. Contro Mischa (avversario sempre scomodo) sopravvive a un primo tie break e ai piedi di un secondo riesce con un turno di battuta praticamente perfetto a sigillare il successo – il numero 22 in stagione – con un laborioso 7-6(5) 7-5. Si arriva all’atto numero IX della rivalità con Djokovic, che di fatto ha perso solo in un’occasione. A Madrid (sulla terra) nel 2013.

Clicca qui per visualizzare i risultati di Cincinnati

↓ VISUALIZZA RISULTATI ↓