ATP ROMA - Cecchinato si arrende con onore a Goffin, esce anche Sonego


by   |  LETTURE 1804
ATP ROMA - Cecchinato si arrende con onore a Goffin, esce anche Sonego

Un applauso enorme a Marco Cecchinato nonostante la prevedibile eliminazione al secondo turno degli Internazionali BNL d’Italia, visto che dall’altra parte della rete c'era l’attuale numero 10 del ranking David Goffin.

A dispetto del pronostico chiusissimo della vigilia, il 25enne palermitano è riuscito ad ostacolare – forse persino a spaventare – il più quotato belga impostosi comunque alla distanza grazie al punteggio conclusivo di 5-7 6-2 6-2 dopo oltre due ore di gioco.

I due protagonisti non si erano mai affrontati nel tabellone principale di un torneo ATP, avendo però incrociato le racchette nel turno decisivo delle qualificazioni a Casablanca nel 2014, quando David lasciò appena quattro game all’incolpevole siciliano.

Stavolta però l’idolo di casa, supportato dall’encomiabile tifo del pubblico e reduce dal primo sigillo in carriera a Budapest, ha saputo mostrare tutte le sue qualità caratteriali oltre che tecniche da meritarsi alla fine i complimenti dello stesso Goffin.

A di poco incredibile infatti la rimonta piazzata da Marco nella frazione inaugurale, quando tutto sembrava ormai apparecchiato verso un comodo assolo del rivale agevolmente proiettato sul 5-1. È proprio nel frangente più difficile che Cecchinato ha tirato fuori gli artigli ricucendo fino al 5-5 non prima di aver annullato un set point in risposta nell’ottavo game.

Il palese sbandamento accusato da Goffin, unito agli innegabili meriti dell’azzurro abile ad alternare pregevoli soluzioni da fondo campo, hanno propiziato il filotto mortifero di dodici punti a tre che ha fatto letteralmente esplodere il Foro Italico.

Nella seconda metà di gara il rendimento del 27enne di Rocourt si è innalzato in maniera progressiva, tanto che cuore e orgoglio non sono più bastati all’allievo di Simone Vagnozzi per rimanere in scia nello score.

Due break di vantaggio nella seconda e terza frazione hanno messo in cassaforte l’esito della sfida appannaggio della nona testa di serie, atteso ora dal vincente del match tra Juan Martin del Potro e Stefanos Tsitsipas.

Esce di scena purtroppo anche Lorenzo Sonego “trasferito” sulla Next Gen Arena a causa del maltempo che ha ritardato il programma, obbligato alla resa dal solido tedesco Peter Gojowczyk con il risultato di 6-3 6-4 in un’ora e sedici minuti.

Il giovane torinese ha pagato probabilmente un pizzico di inesperienza su questi palcoscenici, oltre ad una giornata non proprio felicissima in risposta come esemplificano le zero palle break a disposizione nell’arco dell’intera gara.

L’esponente teutonico, dal canto suo, si è limitato a sfruttare i passaggi a vuoto dell’avversario infilando uno strappo cruciale in entrambi i parziali, senza che Lorenzo sia mai riuscito a ribaltare l’inerzia della contesa.

Resta comunque l’indimenticabile soddisfazione per aver colto forse la vittoria più prestigiosa della sua carriera al debutto contro Adrian Mannarino, a cui si aggiunge il convincente percorso realizzato da Sonego nelle pre-qualificazioni. Domani toccherà a Fabio Fognini e Matteo Berrettini provare a tenere alti i colori dell’Italia.

Clicca qui per visualizzare i risultati odierni degli Internazionali BNL d'Italia

↓ VISUALIZZA RISULTATI ↓