LE PAGELLE DEL LUNEDI´



by   |  LETTURE 2437

LE PAGELLE DEL LUNEDI´

Karin Knapp: voto 10 La tennista altoatesina ha ottenuto uno splendido pass per il Main Draw degli Us Open, grazie a tre bei successi, culminati con la bella imposizione sulla talentuosa Larcher De Brito per 7/6 al terzo.

Dopo i gravi problemi fisici e le relative stagioni altalenanti finalmente il duro lavoro sta pagando e non possiamo che essere entusiasti di rivederla a questi livelli. Vichinga! Caroline Wozniacki: voto 9 Mettendo da parte le debacles clamorose di Toronto e Cincinnati non si può non applaudire la danese, brava a non crollare psicologicamente e a far suo un torneo Wta.

Impossibile infine non premiare la vincitrice di New Haven per la quarta volta. Regina... ma solo della settimana! Julien Benneteau: voto 8 Ha regalato ai transalpini una splendida settimana, arrivando in finale a Winston Salem da unseeded e soprattutto da giocatore fuori dai top 100.

Ha persino sfiorato il titolo. Meglio di così... Benone! Marco Crugnola: voto 7 L'azzurro della settimana è stato senza ombra di dubbio lui, grazie ad un ottimo torneo challenger disputato. Per lui, a Manerbio, successo al cardiopalma contro Alessio Di Mauro seguito poi da una straripante vittoria contro Stephane Robert, numero 1 del seeding.

Continua a peccare di poca costanza, altrimenti ne avremmo viste delle belle. Per il momento può comunque essere soddisfatto. Indomabile (fino ai quarti)! Francesca Schiavone: voto 6 Sufficienza piena per la nostra Leonessa, abilissima a demolire le sfidanti Dulgheru e Niculescu nei primi due turni di New Haven e a ottenere una bella semifinale a seguito del forfait della Medina Garrigues.

Il problema è che ha perso per l'ennesima volta contro la Wozniacki, sciupando una ghiotta occasione nel primo set. La danese dell'ultimo periodo era inoltre ampiamente alla portata. Peccato, ma non possiamo sempre lamentarci!

Novak Djokovic: voto 5 Personalmente le sue imitazioni un tempo mi facevano sbellicare, oggi, ad anni e anni di distanza e di continue gag ripetitive, mi ha un po' stufato. Questa settimana ha imitato per la millesima volta Maria Sharapova e onestamente ne avrei anche fatto a meno.

Se proprio vuol imitare e divertire cambiasse almeno i personaggi. Ripetitivo! Nikolay Davydenko: voto 4 Ennesima settimana storta per l'ex numero uno di Russia. Anche a Winston Salem Nikolay ha fallito e a questo punto della stagione i suoi fallimenti si fa fatica persino a contarli con due mani.

Pessimo! Federico Gaio: voto 3 Sicuramente ammirevole la programmazione del ragazzo di Faenza, che tuttavia continua a fallire. La scorsa settimana ha perso a un passo dal superare le qualificazioni ad Astana, questo week end è invece volato sino a Bangkok, per poi rimediare una figuraccia al secondo turno del tabellone cadetto.

A umiliarlo per 60 63 è stato addirittura il numero 1612 del mondo. Evita l'1 in pagella solo per la scelta coraggiosa di volare sino in Thailandia. Mistero! Simone Bolelli: voto 2 Ancora un torneo challenger e ancora un ko inatteso e inaccettabile.

Questa volta a batterlo, al secondo turno, è stato Boris Pashanski, ex top cento ma oramai sprofondato oltre la trecentesima posizione. Per fare queste figure tanto valeva andare negli States. Avrebbe perso comunque ma almeno con l'attenuante dell'aver giocato contro avversari degni di questo nome.

Non ci sono più parole! Dustin Brown: voto 1 Ha fatto un buon torneo a Manerbio ma poco importa. All'esordio ha sconfitto Matteo Trevisan ma ha senza dubbio perso alcuni fans, visto il pessimo comportamento palesato durante la sfida.

In modo particolare sul 4/2 a favore, nel terzo set, in un momento chiave dell'incontro con il toscano vicino al controbreak ha iniziato ad inveire contro il mondo intero, facendo inoltre scendere il giudice di sedia ogni quattro secondi per verificare tutti i segni possibili e immaginabili. Inaccettabile!