ATP ROTTERDAM - Martin Klizan dalle sette vite: in finale ci sarà Gael Monfils


by   |  LETTURE 1161
ATP ROTTERDAM - Martin Klizan dalle sette vite: in finale ci sarà Gael Monfils

Martin Klizan non si ferma più: lo slovacco torna in finale indoor per la prima volta dal successo a San Pietroburgo nel 2012, raggiungendo la sua prima finale in un 500. E lo fa a suo modo, salvando - dopo i 5 di ieri - altri tre match point a Nicolas Mahut, oggi più che mai ad un soffio dal primo atto conclusivo sul circuito maggiore lontano dall'amata erba.

Il qualificato francese crolla sul 7-6(3) 6-7(7) 6-2 dopo 2 ore e 45 minuti. La finale sembrava ormai essere ampiamente alla portata, con Mahut saldamente in controllo sul 7-6 5-3. Klizan però ancora una volta ha trovato le energie per risorgere, annullando un match point nel suo turno fiume di servizio e mettendo a segno il primo break del suo incontro nel momento più importante.

E al tiebreak, come se non bastasse, piazza una nuova rimonta dal 6-4 in favore del transalpino trascinando la contesa al terzo alla seconda palla utile. Proprio come ieri nel match con Bautista-Agut, il suo avversario crolla mentalmente e fisicamente dopo la miriade di opportunità mancate.

Il terzo set è infatti poco più di una passerella, indirizzato dal break in apertura e bissato nel quinto gioco, con un Mahut visibilmente scoraggiato (nessun ace a segno dopo 16 tra primo e secondo). Per Klizan un balzo in avanti nel ranking che gli permetterà quantomeno di tornare tra i primi 40 al mondo, con la possibilità di avvicinare ulteriormente il best ranking grazie ad un trionfo in finale.

A separarlo dal titolo solo Gael Monfils, impostosi su Philipp Kohlschreiber con lo score di 6/3 6/2. Prestazione maiuscola del francese al servizio: 25 su 31 i punti vinti con la prima di servizio per Gael, che ha salvato l'unica palla break concessa.

Si tratta della 23esima finale in carriera (la prima a Rotterdam) per Monfils, che aveva raggiunto l'ultima a Marsiglia 2015 quando perse da Simon. Insegue il sesto titolo della sua carriera, il primo da Montpellier 2014.