ATP TENNIS

ATP MIAMI QUALIFICAZIONI - Bolelli lotta ma non basta. Ottimo Lorenzi, e´ in tabellone!

-  Letture: 1992

Niente da fare per Simone Bolelli, che cede in tre set ad Alex Bogomolov Jr e vede sfumare la chance di volare nel Main Draw del Master 1000 di Miami. Lo statunitense si è imposto per 6/7 6/2 6/3.

Primo set densissimo di emozioni, con l’americano che si porta subito avanti per 3-1, prima di subire la reazione di Bolelli che pareggia i conti sul 3-3. A questo punto i turni di battuta sono rispettati fino al 6-6, con il bolognese che in tutto il parziale salva la bellezza di 10 palle break su 11, supportato dall’81% di punti vinti con la prima.

Issatosi al tie break, Bolelli allunga fino al 5-1. I giochi sembrano fatti, ma un passaggio a vuoto a dir poco inquietante porta l’azzurro a subire un parziale di 5 punti a 0. Con l’ennesima umiliazione alle porte, Bolelli si risolleva, e, annullati tre set point, chiude il sofferto tie break per 12 punti a 10.

La speranza che un successo così lottato potesse portare fiducia a Simone, viene subito frustrata dallo stesso romagnolo. Dopo aver servito bene fino al 3-2 per l’americano, Bolelli cede il servizio alla prima palla break concessa: Bolgomolov ringrazia e forte di un’ottima prestazione alla battuta vola sul 5-2.

Il terzo e decisivo set vede invece l'azzurro breccato al quinto gioco, in quello che risulta alla fine dei conti il break decisivo. Per il bolognese le possibilità di essere ripescato come lucky loser sono quasi nulle.

Davvero buona invece la prova di Paolo Lorenzi, che ha sconfitto in rimonta lo spagnolo Munoz De La Nava ed è così entrato nel tabellone principale. Il tennista toscano ha vinto alla distanza, portando a termine di una bella rimonta, chiusa con il punteggio finale di 5/7 6/4 6/2.

Il primo set tra il senese e lo spagnolo si apre con un break per parte nei primi due giochi: a Lorenzi, che si porta subito avanti, risponde Munoz De La Nava. Dall’1-1 al 5-5 i due mantengono senza particolari patemi i propri turni di servizio.

L’azzurro comincia però a traballare proprio in volata: sfruttando le poche prime dell’avversario nel game decisivo, l’iberico strappa la battuta a Lorenzi e si porta sul 6-5, per poi chiudere 7-5.

Nel secondo parziale è ancora Lorenzi ad allungare per primo: trasformando la seconda palla break concessagli da Munoz de la Nava, ed annullandone una a sua volta, si porta a condurre per 4-3. Ma anche qui, come nel primo set, il vantaggio dura poco: un immediato contro break riporta il punteggio sul 4-4.

Questa volta però è Paolo a portare a casa la partita, grazie ad una stoccata finale valsagli due games consecutivi e il seguente 6-4. A seguire girandola di emozioni per i colori italiani, dato che il terzo set inizia con un break di Lorenzi, bissato poi nel terzo gioco per il secco 3-0 e servizio.

Dopo una valanga di breakpoint annullati l'azzurro cede però la battuta, facendosi rimontare un break di vantaggio. L'azzurro è comunque riuscito a replicarsi e a chiudere per 6/2. (a cura di Francesco Curello) Si ritaglia un posto in tabellone principale il predestinato bulgaro Gregor Dimitrov, uscito vittorioso nell’ultimo turno di qualificazione a spese del declinante cileno Nicolas Massu: 6-2, 6-3 il risultato dei parziali.

Ha centrato la qualificazione anche l’ormai ex speranza del tennis a stelle e strisce, Donald Young, impostosi alla distanza, per 7-5 al terzo set, su Dancevic. Un posto nel tabellone principale se lo è guadagnato anche il veterano tedesco Rainer Schuettler, che alla soglia dei 35 anni è ancora in attività ed ha costretto alla resa il nostro futuro avversario in Coppa Davis, lo sloveno Zemlja.

Intanto Paolo Lorenzi al primo turno del tabellone principale è stato sorteggiato contro il croato Ivan Ljubicic. In basso potete leggere il quadro completo inerente l’ultimo turno di qualificazione. (a cura di Alessandro Stoppani) Men’s Qualifying Singles – Final Round M Russell (USA) d M Matosevic (AUS) 62 62
P Capdeville (CHI) d B Phau (GER) 64 63
A Bogomolov Jr.

(USA) d S Bolelli (ITA) 67(10) 62 63
R Kendrick (USA) d J Reister (GER) 67(60 75 60
M Ilhan (TUR) d R Farah (COL) 64 57 75
P Lorenzi (ITA) d D Munoz-De La Nava (ESP) 57 64 62
R Sweeting (USA) d L Rosol (CZE) 64 61
G Dimitrov (BUL) d [WC] N Massu (CHI) 62 63
R Schuettler (GER) d G Zemlja (SLO) 63 64
O Rochus d T Smyczek 64 36 62
D Young d F Dancevic 61 16 75
I Kunitsyn d E Prodon 63 75 .