Mardy Fish in cerca di un lieto fine a Indian Wells e Miami



by   |  LETTURE 2095

Mardy Fish in cerca di un lieto fine a Indian Wells e Miami

Mardy Fish, ex numero 7 del mondo, alla ricerca di un lieto fine alla sua carriera di tennista a con 33 anni. L'aritmia cardiaca, per cui è stata necessaria un'operazione nel maggio 2012, ha segnato l'inizio del suo calvario a causa di attacchi di panico di ansia.

Ha raggiunto il quarto turno degli US Open, ma ha rinunciato a giocare contro Roger Federer. Fish è tornato dopo sette mesi a Indian Wells. Senza lasciare gli Stati Uniti, ha giocato la sua ultima partita nel mese di agosto 2013.

Più di un anno e mezzo più tardi, Fish prepara il Masters 1000 di Indian Wells e Miami, dove proverà a competere nel tabellone principale. Sono finiti gli attacchi di panico e l'uso di ansiolitici per Mardy che regolarmente continua a controllare con un dispositivo la sua frequenza cardiaca.

Parlando al New York Times, Fish ha detto di aver voluto un "output diverso" nell'estate del 2013. Secondo il giornale, Mardy ha passato gli ultimi mesi nella struttura di Carlson (in California), sotto la supervisione dell'allenatore David Nainkin ad allenarsi con i giovani giocatori americani come Stefan Kozlov e, pochi giorni fa, con Grigor Dimitrov a Manhattan Beach.

Ha inoltre recentemente gareggiato nel doppio Challeger di Dallas con il suo amico Mark Knowles. "Mi sono dato l'opportunità di provare almeno a giocare di nuovo" dice Fish. Dopo Indian Wells e Miami, il suo futuro nel tennis è incerto, ma questi due tornei possono essere sufficiente per raggiungere il suo obiettivo: tornare a giocare nei grandi stadi con un corpo e una mente sana, godere del suo addio. Per citare Frank Sinatra "I did it my way"