ATP VALENCIA - Almagro stoppa Fabio Fognini, Janowicz manca la vendetta con Ferrer



by   |  LETTURE 3437

ATP  VALENCIA - Almagro stoppa Fabio Fognini, Janowicz manca la vendetta con Ferrer

Tennis - Nulla da fare per Jerzy Janowicz: nessuna vendetta della finale di Parigi-Bercy, al via la prossima settimana. In Spagna passa ancora David Ferrer, che prosegue dunque la sua rincorsa verso la conferma del titolo.

Il tennista di casa dilaga alla distanza e lo score che vale le semifinali è 6-4 4-6 6-0. Partita giocata su pochi punti, tanto da non offrire alcuna palla break sino all'ultimo gioco del primo set: il polacco cala il proprio rendimento alla battuta proprio sul 5-4, annulla la prima palla del parziale ma crolla sulla seconda.

Poco male, il semifinalista di Wimbledon riesce a voltare immediatamente pagina e andare a segno in ribattuta nel game inaugurale. Il vantaggio è dunque mantenuto grazie ai propri turni quasi intoccabili, in cui ha concesso un totale di 5 punti.

Ma nella frazione decisiva, sale in cattedra l'iberico: solo 7 punti conquistati da Jerzy (dei quali solo 1 in risposta) e il bagel è inevitabile. Sarà dunque derby con Nicolas Almagro, che ha purtroppo arrestato il cammino di Fabio Fognini con il punteggio di 7-6(6) 6-2.

Ci si aspettava una sfida combattuta, anche considerando i precedenti che vedevano l'iberico avanti 3-2 ma sconfitto nelle ultime due circostanze, ma lo è stata solo in parte. Incontro deciso infatti per gran parte dal primo parziale, in cui il ligure ha tremato in alcuni momenti cruciali, recriminando anche per un set point nel tiebreak non concretizzato.

L'avvio incoraggiante di Fabio lo premia e lo proietta abbastanza velocemente sul 3-0, ma la rimonta di Almagro è immediata: con una serie di 12 punti a 2 riequilibra in un baleno la frazione sul 3-3 e riassesta il suo tennis.

Nessuno dei due soffre particolarmente alla battuta, ma il set si accende nuovamente sul 5-5: Nico conquista il break approfittando di qualche errore di dritto dell'azzurro (oltre ad una sbracciata meravigliosa di rovescio), ma non concretizza.

Al servizio per il set, il tennista di Murcia subisce il contobreak e viene trascinato al tiebreak. Fognini stampa un minibreak con un miracolo in difesa, con un punto conquistato con un tuffo sul lato destro e passante dall’altro lato subito dopo, ma le tante chance non vengono sfruttate.

Fabio si procura anche un set point col servizio sul 6-5, ma tre errori consecutivi rovinano tutto: dall’ipotetico 7-5 si passa all’8-6 Almagro e match che si complica. L’incontro cala di ritmo e gli errori fioccano.

Alcuni tifosi italiani cercando di incoraggiare Fabio (addirittura con un fragoroso “Alè” su un doppio fallo di Nico), ma l’ultimo treno passa sull’1-1: il taggiasco non sfrutta tre opportunità di break, frantumando la racchetta per la frustrazione, e Almagro coglie l’attimo: dal 3-2 piazza l’allungo decisivo involandosi senza patemi sino al 6-2.
Negli altri due quarti di finale, passa Mikhail Youzhny, che supera per 7-5 6-7(4) 6-4 Jarkko Nieminen.

Partita più complicata di quanto esprima il punteggio per il russo, che sarebbe potuta terminare già sul 7-5 6-5, frangente in cui il finlandese ha annullato 3 match point alla battuta e allungare successivamente la contesa al tiebreak.

Youzhny però non ha mai ceduto il servizio nell'arco dell'incontro, brekkando in apertura di terzo il suo avversario e mantenendolo a distanza sino al 6-4. Per un posto in finale sarà derby con Dmitry Tursunov, vittorioso su Chardy per 6-3 6-3.

(1) D Ferrer defeats (5) J Janowicz 64 46 60
M Youzhny defeats J Nieminen 75 67(4) 64
D Tursunov defeats J Chardy 63 63