ATP STOCCOLMA - La finale sara´ tra Jo Wilfried Tsonga e un grande Tomas Berdych



by DIEGO SCERRATI

ATP STOCCOLMA - La finale sara´ tra Jo Wilfried Tsonga e un grande Tomas Berdych

Jo-Wilfried Tsonga vs. Marcos Baghdatis Non riesce a Marcos Baghdatis la "vendetta" contro Jo-Wilfried Tsonga. Il cipriota, che era stato battuto dal numero 7 del mondo solo nove giorni fa a Shanghai, ha rimediato un'altra sconfitta, maturata questa volta in tre set col punteggio di 6-4, 4-6, 5-2 e ritiro.

Buon per Tsonga, che ottiene così la sedicesima finale in carriera in un torneo ATP (la quarta stagionale) e la quarta vittoria consecutiva contro Baghdatis (la terza solo nel 2012). Il cipriota ha venduto comunque cara la pelle e ha fatto valere lo status di campione 2009 qui a Stoccolma.

Il match è stato molto veloce vista la quantità di game disputati, anche perché entrambi i tennisti, soprattutto all'inizio, hanno concesso pochissimo sui loro turni di servizio: spiccano, ad esempio, i soli 3 punti persi sulla propria battuta dal francese nel primo set, così come gli appena 4 concessi da Baghdatis nel secondo parziale, in cui, approfittando di un calo dell'avversario, ha conquistato il break sul 4-4 alla terza occasione, chiudendo poi il set con 3 aces e riaprendo di fatto i giochi.

Peccato che il cipriota, pur con Tsonga sotto 0-30 nel primo game del parziale decisivo, sprechi poi tutto con un turno di battuta fallosissimo, con una sola prima messa in campo, diversi errori e un doppio fallo finale che regala il 2-0 al francese.

Eppure, Tsonga concede e anche tanto sul proprio servizio (una palla break sul 2-0, un'altra sul 4-2 dopo essere stato avanti 40-0), ma è in questi casi che emergono la sua grinta e il suo grande coraggio, che si accompagnano invece alla rabbia e alla frustrazione di Baghdatis, vittima poi sul finale anche di uno stiramento alla coscia sinistra che lo costringe al ritiro.

Tomas Berdych vs. Nicolas Almagro Tsonga se la vedrà domani con il numero 2 del seeding, un Tomas Berdych in grandissima forma, che ha approfittato alla grande di uno spento Nicolas Almagro, il quale ha ceduto netto per 6-3, 6-2, fallendo così il raggiungimento della sua prima finale sul cemento (finora 18 finali per lui, ma tutte su terra rossa).

In quello che era un assaggio della futura finale di Coppa Davis tra Spagna e Repubblica Ceca, non c'è stata assolutamente storia e Berdych ha così ottenuto il quarto successo stagionale contro lo spagnolo, a fronte di una sola sconfitta (Indian Wells).

Entrambi i tennisti arrivavano a questo match con 55 vittorie e 19 sconfitte maturate in questa stagione e ancora in corsa per un posto al Master di Londra (ma con il ceco in netto vantaggio). Ad approfittare dell'occasione è stato però Berdych, che ha così messo ulteriore distanza tra lui e l'attuale numero 10 della Race.

Il ceco conquista il break quasi subito nel primo set e poi mantiene agevolmente il vantaggio, senza mai dare la minima possibilità di recupero all'avversario (anzi, conquistandosi ulteriori 3 palle break). Il numero 6 del mondo è in grande forma e lo dimostra con una rapidità e una solidità incredibili da fondocampo, che spesso mandano fuori giri Almagro e lo costringono all'errore.

Se non con qualche soluzione vincente di rovescio, lo spagnolo raramente riesce a scardinare il gioco di Berdych, con in più un servizio particolarmente inefficace (poche prime, soprattutto nel secondo set, due doppi falli e appena 6 punti realizzati sulla seconda).

Dopo aver conquistato il break in apertura, il ceco poi dilaga e chiude in bellezza con 3 aces e un servizio vincente. RISULTATI: [1] J Tsonga (FRA) d. [7] M Baghdatis (CYP) 64 46 52, ret'd
[2] T Berdych (CZE) d. [3] N Almagro (ESP) 63 62

Wilfried Tsonga Tomas Berdych Marcos Baghdatis