"Il tempo non è più dalla sua parte": Navratilova commenta l'infortunio di Murray

L'ex campionessa è pessimista: "Gli auguro il meglio, ma le cose non vanno bene"

by Gennaro Di Giovanni
SHARE
"Il tempo non è più dalla sua parte": Navratilova commenta l'infortunio di Murray
© Al Bello/Getty Images

Pochi giorni fa Andy Murray ha ricevuto un duro colpo: rottura totale del legamento peroneo astragalico della caviglia e una lesione del legamento calcaneoperoneale. Il periodo di inattività da rispettare non è ancora stato stabilito, ma l'infortunio è serio e lo scozzese avrà bisogno di tempo per ritornare a giocare.

L’ex numero uno aveva annunciato poche settimane fa che questa molto probabilmente sarebbe stata la sua ultima stagione e il suo piano era quasi sicuramente quello di salutare il tennis a Wimbledon, suo torneo preferito e che ha vinto due volte, ma questo ennesimo stop ha cambiato ancora le carte in tavola.

“Ieri, verso la fine del mio match a Miami, ho subito una rottura totale del legamento perone- astragalico e una lesione del legamento calcaneoperoneale. Vedrò uno specialista delle caviglie quando tornerò a casa per determinare i prossimi passi.

È una cosa dura da accettare ovviamente e resterò fuori per un lungo periodo. Ma tornerò con un’anca e senza legamenti quando sarà il momento“ , ha scritto Murray all’indomani del match perso a Miami contro Toma Machac.

"Il tempo non è dalla sua parte. Non è un buon segno"

Una situazione che non lascia di certo ben sperare per l’imminente futuro del nativo di Glasgow, il cui ritorno in campo appare un vero e proprio rebus.

Martina Navratilova, ex leggenda del tennis ha commentato così questa notizia "Mi sono già slogata la caviglia in passato, ma non mi sono mai strappata un legamento. Ci vorrà tempo. Il tempo non è dalla sua parte.

Non è un buon segno. Non so come si possa recuperare abbastanza bene da sentirsi stabili e non farsi male ad altre parti del corpo. È una tragedia e ne ha passate tante. Gli auguro il meglio, ma le cose non vanno bene", ha detto ai microfoni di Sky Sport.

SHARE