Andy Murray fa 500 sul cemento: "Non male. Sono davvero orgoglioso"

L'ex numero uno del mondo ha parlato del traguardo raggiunto al torneo ATP 500 di Dubai

by Antonio Frappola
SHARE
Andy Murray fa 500 sul cemento: "Non male. Sono davvero orgoglioso"
© Bradley Kanaris/Getty Images

“Non è male" . Andy Murray ha dato vita a un simpatico siparietto - molto simile a quello messo in scena da Novak Djokovic in conferenza stampa agli Australian Open nel 2020 - nell'intervista post-partita al torneo di Dubai.

Lo scozzese ha raggiunto quota 500 vittorie sul cemento nell'evento ATP 500: meglio di lui nell'Era Open hanno fatto solo Roger Federer( 783) , Novak Djokovic( 700) , Andre Agassi( 592) e Rafael Nadal( 518) . Un traguardo arrivato proprio in uno dei momenti più complicati della sua carriera e che potrebbe rappresentare un fattore decisivo nei prossimi mesi.

Murray ha siglato una importante rimonta ai danni di Denis Shapovalov e agli ottavi di finale del Dubai Duty Free Tennis Championships troverà uno tra Ugo Humbert e Gael Monfils. I due tennisti francesi si sono affrontati proprio la scorsa settimana a Doha e Monfils ha trionfato in due set.

Andy Murray fa 500 sul cemento: "Sono davvero orgoglioso"

"Ovviamente il cemento è sempre stata una grande superficie su cui giocare per me nel corso degli anni. 500 vittorie sono davvero tante e sono orgoglioso di questa statistica.

Non sono molti i giocatori che hanno raggiunto questo traguardo. È fantastico aver vinto la cinquecentesima partita sul cemento prima del mio ritiro" , ha detto Murray ai microfoni dell'ATP prima di analizzare il match contro Shapovalov.

"Io e Denis non abbiamo vinto molti match ultimamente. Lui ha saltato gran parte della scorsa stagione. Gioca e serve molto bene. Devi trovare il giusto equilibrio per gestire i suoi colpi, ma non puoi semplicemente provare a spedire la pallina dall’altra parte del campo. Sono riuscito a farlo davvero bene oggi, soprattutto alla fine” .

Andy Murray
SHARE