Andy Murray entra nella storia del circuito Challenger con un nuovo importante record



by GENNARO DI GIOVANNI

Andy Murray entra nella storia del circuito Challenger con un nuovo importante record
Andy Murray entra nella storia del circuito Challenger con un nuovo importante record

Andy Murray domenica ha stabilito un nuovo record di longevità della sua incredibile carriera. Trionfando in finale contro Tommy Paul in rimonta, con il punteggio di 6-2, 6-1, 6-2 nell’Atp Challenger 175 Aix en Provence, il britannico ha conquistato il primo trofeo dal 2019, quando si aggiudicò il 250 di Anversa, sul cemento, battendo in finale Stan Wawrinka.

Ma non è questo l’incredibile dato. Da Binghamton 2005 ad Aix En Provence 2023. Sono passati diciassette anni. Questo è il tempo trascorso tra gli ultimi due titoli del 36enne nel circuito Atp Challenger. Dato che testimonia la totale abnegazione e dedizione del 3 volte campione Slam a questa splendida disciplina.

Murray torna tra i primi 50 al mondo

Un titolo che per giunta, sulla terra rossa, mancava da sette anni: quando, nel 2016, aveva trionfato agli Internazionali d’Italia, battendo in finale Novak Djokovic. Con questo successo l’ex numero uno torna tra i primi 50 al mondo, precisamente al numero 42.

Una buona notizia non solo per una questione di orgoglio o di rivincita, ma in vista di sorteggi del tabellone, soprattutto in vista del Roland Garros. “La parte più importante di questa settimana sono stati i fan che sono venuti a sostenere ha svelato poco dopo la vittoria finale.

Andy è particolarmente grato alle persone accorse a fargli sentire calore: L'atmosfera dalla prima partita fino alla fine è stata incredibile. È così importante per questi tornei avere il supporto della comunità locale e voi ragazzi siete usciti anche prima dell'inizio del torneo.

Durante le sessioni di allenamento, eravate qui a guardare e sostenere. Significa molto per i giocatori, ma è molto importante anche per questo evento”, ha concluso l’ex numero uno del mondo. Non ancora pronto a dire addio all’attività agonistica, al campione scozzese, è stato chiesto qualche giorno fa, da alcuni fan, quale torneo vorrebbe vincere prima di ritirarsi.

La scelta ricade sui due tornei del Grande Slam non ha ancora vinto. “Gli Australian sarebbe uno di quelli, poi il Roland Garros”, ha risposto in occasione di un’intervista fatta al podcast dell’Atp, con Atp Uncovered. Per quanto riguarda il circuito Atp, la scelta ricade sul torneo 1000 di Indian Wells. Photo credit: Atp Challenger.

Andy Murray Challenger