Murray, il ritiro dipende da una cosa. E svela gli obiettivi per il 2023

Andy Murray ha svelato che un altro infortunio grave lo spingerebbe a dire stop. Per il 2023 punta a tornare però in forma

by Perri Giorgio
SHARE
Murray, il ritiro dipende da una cosa. E svela gli obiettivi per il 2023

Dal circuito Challenger alla quasi vittoria a Stoccarda, nel circuito maggiore. Fermato solo da chi presumibilmente anche a Wimbledon si sarebbe piazzato tra i primi quattro. Quanto meno a bocce completamente ferme. Parliamo di Matteo Berrettini, sì.

A ogni modo, tralasciando le divagazioni, 'Sir' Andy ha vissuto una stagione altalenante ma tutto sommato positivo. Recuperando quasi cento posizioni nel ranking nonostante il tormento di un infortunio all'addome proprio dopo una delle vittorie più prestigiose contro Nick Kyrgios.

Murray sta cercando con tutte le forze di rinviare il ritiro, per quanto inevitabilmente si stia avvicinando. Nel corso di una lunga intervista rilasciata alla BBC il britannico ha parlato in maniera piuttosto onesta di quale potrebbe essere il limite per dire stop definitivamente.

"Se il mio corpo risponde bene e continuerò a sentirmi bene, continuerò a giocare regolarmente tutto l'anno. Ma ovviamente non posso spingermi troppo in là vista la mia età e i problemi che ho dovuto affrontare.

So per certo che se subissi un altro infortunio grosso probabilmente non proverei più a rientrare" ha detto Murray, rientrato altresì una manciata di anni fa dopo una doppia operazione alle anche. Il britannico ha fatto un bilancio della passata stagione e di quella appena conclusasi, mettendo in luce alcuni elementi.

"Non ero contento di come avevo finito la passata stagione, ma nonostante tutto in poco più di dodici mesi sono passato dalla posizione 125 alla 50. Spero che il prossimo anno, grazie anche al lavoro che sto facendo, le cose possano migliorare e io ottenere risultati migliori.

Questo è il mio augurio" Murray ha parlato proprio di come sta preparando la stagione 2023. Dei come, dei dove e dei perché. "Ho già passato tre settimane in Florida, ho lavorato sul mio gioco e sul mio corpo.

Credo le cose stiano andando nella maniera giusta. Sto lavorando molto in palestra perché ovviamente il mio obiettivo è quello di aumentare la resistenza. Spero mi possa aiutare il prossimo anno" ha concluso.

Andy Murray
SHARE