Murray elogia Nadal: "È ancora uno dei migliori al mondo"



by PERRI GIORGIO

Murray elogia Nadal: "È ancora uno dei migliori al mondo"

Forza, umanità, abnegazione. Anche perché in condizioni del tutto normali, Andy Murray non dovrebbe dimostrare niente a nessuno. Tre volte campione Slam, ex numero uno del mondo, medaglia d'oro alle Olimpiadi, pezzo fondamentale dei Fab 4 per una decina d'anni.

Eppur 'Sir' Andy non si è ancora arreso e dopo la vittoria all'esordio agli Us Open non ha fatto fatica a nascondere le proprie ambizioni.
"Diciamo che oggi abbiamo giocato in condizioni molto difficili. Bene a inizio partita, verso la fine invece umidità e caldo avevano iniziano a darmi un certo fastidio.

Avrei potuto velocizzare la pratica in alcune circostanze, ma tutto sommato sono felice del livello di gioco che ho espresso e più in generale della partita che ho disputato" Murray ha avuto modo di spendere qualche parola anche su Nadal, che a New York andrà a caccia della ventitreesima perla Slam.

La quinta a Flushing Meadows come solo Sampras, Connors e ovviamente Federer. "Chiaramente parliamo di uno dei giocatori più forti di sempre. Non è mai facile affrontarlo ma allo stesso tempo è sempre bello potersi confrontare con lui.

La rimonta in finale agli Australian Open è stata semplicemente eccezionale, tanto per fare un esempio. A Wimbledon è stato sfortunato, ma purtroppo sono cose che succedono nel nostro sport. Normale in questo periodo della carriera, ma è ancora uno dei migliori giocatori al mondo su tutte le superfici" ha spiegato con grande chiarezza.

Murray si è poi soffermato sul lavoro con Ivan Lendl, cambiato completamente negli ultimi tempi. "Diciamo che più per necessità che per altro abbiamo apportato dei cambiamenti al modo di allenarci durante i tornei.

Chiaramente ormai ho imparato a come gestire il mio corpo e soprattutto a come impostare le partite. Si tratta di un modo differente rispetto a quello del passato ma non posso fare altrimenti" ha detto. Al secondo turno la sfida, non impossibile, con Emiliano Nava.

"Abbiamo giocato insieme una manciata di giorni fa ed è stato bello. Conoscere il proprio avversario non è mai negativo, spero di andare in campo e di fare il meglio possibile. Guarderò qualche video del suo ultimo incontro, ma di certo lo conosco già meglio di quanto mi aspettassi" ha concluso.

Us Open Andy Murray