Andy Murray non si arrende: la rivelazione del campione scozzese



by   |  LETTURE 3854

Andy Murray non si arrende: la rivelazione del campione scozzese

Andy Murray non è riuscito a battere per la terza volta consecutiva sull’erba Alexander Bublik e ha lasciato il torneo di Newport ai quarti di finale. Nel primo set, entrambi hanno tenuto il servizio senza patemi fino al 5-5.

Bublik è stato il primo a procurarsi una pesantissima palla break e ha sfruttare la sua occasione in risposta. Il kazako ha poi disputato un game impeccabile quando è stato chiamato a chiudere il parziale. La seconda frazione di gioco si è aperta con due break di fila prima di trovare un nuovo equilibrio.

I due game che hanno decisamente orientato il match dalla parte di Bublik sono stati il sesto e il settimo. L’attuale numero 42 del mondo ha prima impedito a Murray di portarsi nuovamente in vantaggio e poi trovato il break decisivo.

Il kazako non ha più concesso occasioni al suo rivale e ha meritatamente conquistato le semifinali dell’evento americano. Murray, che non ha potuto preparare Wimbledon nel migliore dei modi a causa di un infortunio agli addominali, ha parlato delle sue ultime settimane in un’intervista rilasciata al sito ufficiale dell’ATP.

Murray non si arrende: "Continuerò a giocare"

“Ovviamente speravo di ottenere un risultato migliore. Sentivo di avere buone speranze di avanzare in questo torneo. Se fossi riuscito a battere Bublik, avrei avuto una grande opportunità in semifinale.

Ma fisicamente mi sono sentito bene, e questo è molto importante per me" , ha spiegato lo scozzese. "Il primo set è stato deciso da pochi punti. Nel secondo ho avuto qualche opportunità. Penso di aver giocato un buon match.

Lui vive molti alti e bassi durante la partita, ma nel secondo set si è rivelato molto continuo. Considerando la stagione sull’erba nel complesso, penso di aver vissuto ottimi momenti. Però ci sono state anche fasi veramente dure.

La sconfitta contro Bublik e quella con John Isner a Wimbledon sono state frustranti, ma ho ottenuto le mie migliori vittorie a Stoccarda. Ho vissuto molti alti e bassi, ma penso di aver compiuto diversi progressi. Proverò a proseguire su quella strada durante la stagione sul cemento. Voglio continuare a migliorare. Se continuerò a vedere progressi, continuerò a giocare” .