Non solo Novak Djokovic: Andy Murray supera un altro grande ex numero 1



by   |  LETTURE 3451

Non solo Novak Djokovic: Andy Murray supera un altro grande ex numero 1

Andy Murray prosegue la sua stagione su erba dopo Wimbledon. L’ex numero uno ha esordito su questa superficie in un Challenger a Surbiton, in Regno Unito, spingendosi fino alle semifinali, uscendo sconfitto contro Kudla.

Il torneo inglese è stato, però, solo la premessa per i due tornei ATP successivi, ossia Stoccarda e Queen’s. Nella città tedesca, lo scozzese ha fatto il percorso completo, arrivando in finale, battendo sulla propria strada giocatori come Bublik, Tsitsipas e Kyrgios.

Nell’atto finale, tuttavia, il campione olimpionico si è dovuto arrendere in due set a Matteo Berrettini, tornato campione a Stoccarda dopo il 2019. Proprio nella finale, Murray ha accusato un dolore fisico che l’ha costretto al forfait al Queen’s, torneo in cui detiene il numero massimo di vittorie, e ha fatto il suo ritorno direttamente a Wimbledon.

Il campione di due titoli a Wimbledon è riuscito a superare il match d'esordio, ma si è fermato al secondo turno, sconfitto dallo statunitense John Isner tre set a uno. Dopo la sconfitta prematura all’All England Club, Murray ha deciso di giocare ancora su erba e ha scelto Newport, dove ha conquistato nei primi due turni due vittorie.

L’ultima di queste, avvenuta contro l’australiano Purcell, ha fatto segnare al vincitore di tre titoli Slam un nuovo record.

I numeri di Murray

A Newport, con il superamento del secondo turno avvenuto ai danni di Purcell, Andy Murray conquista la vittoria numero 117 su erba e, così facendo, supera Boris Becker, fermo a 116 vittorie.

Il britannico si piazza, quindi, davanti a due ex numero uno del mondo: oltre al tedesco, si mette avanti anche a Novak Djokovic, fermo a quota 112 vittorie. Nel calcolo, però, in percentuale tra vittorie e partite disputate su erba, Murray è ancora dietro al serbo, che accresce i propri numeri dopo la vittoria dell’ultima edizione di Wimbledon.

Obiettivo (quasi) impossibile per Murray, così come per Djokovic, raggiungere il numero di vittorie dello specialista di questa superficie, Roger Federer, arrivato a quota 192 vittorie su erba nella propria carriera: con le soli 29 sconfitte (e 19 titoli), lo svizzero ha la percentuale maggiore di vittorie sull'erba, ossia l'86,9%.