Murray su Djokovic, Nadal e Federer: "Ciò che ho fatto nonostante loro è incredibile"



by   |  LETTURE 6444

Murray su Djokovic, Nadal e Federer: "Ciò che ho fatto nonostante loro è incredibile"

L'ex numero uno al mondo Andy Murray è uno dei tennisti più amati ed apprezzati del circuito. Il tennista britannico ha vinto tanto, ma sono in molti a pensare che i suoi successi ed i record conquistati in carriera sono stati frenati dai Big Three.

Murray ha giocato nella stessa epoca di Rafael Nadal, Novak Djokovic e Roger Federer, i tre tennisti più vincenti della storia del tennis. Nonostante ciò Murray ha vinto tanto ed ha coltivato una passione tale per questo sport, da indurlo a giocare ora con un'anca di metallo.

Il tennista britannico è tornato in campo questa settimana nel torneo Atp di Newport, vincendo nettamente con un chiaro 6-2;6-0 contro Sam Querrey. Il tennista sta provando a conquistare il 47 torneo della sua carriera e parte quindi dall'Atp 250 di Newport.

Le dichiarazioni di Andy Murray su Newport

Il tennista britannico ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "È davvero importante ed emozionante per me tornare a giocare questo torneo, non ero qui dal 2006.

Nella mia vita sono cambiate tante cose, ma la sensazione di essere in un luogo storico per il nostro sport non è mai cambiata. Adoro immergermi nella storia del tennis, Dio solo sa quanto sia aumentato il mio amore per questo sport"

Murray è ad un passo dalla Top 50 ed ha continuato chiarendo i suoi obiettivi per la fase finale della stagione: "Sono consapevole di essere nella fase finale della mia carriera e quindi ogni volta che scendo in campo do sempre il massimo.

Sono molto motivato e voglio dare tutto per questo sport. Il mio obiettivo è scalare posizioni in classifica ed entrare tra le teste di serie per il prossimo US Open" Infine Andy ha parlato della convivenza nella stessa epoca dei Big Three: "Sono davvero molto soddisfatto della mia carriera, ho realizzato cose che non avrei mai immaginato e conquistato titoli Incredibil, ma allo stesso tempo ho dovuto giocare nell'epoca dei Big Three.

Sono tre bravissimi ragazzi, loro hanno vinto 63 titoli del Grande Slam ed essere stato numero uno nella loro epoca e vincere Wimbledon credo sia qualcosa di incredibile"