Andy Murray: “Darò il meglio a Wimbledon, non so quante altre occasioni avrò”



by   |  LETTURE 1506

Andy Murray: “Darò il meglio a Wimbledon, non so quante altre occasioni avrò”

Esordio vincente e convincente a Wimbledon per Andy Murray, che si è imposto in rimonta sull’australiano James Duckworth, vincendo in quattro set. Ennesima prova di forza da parte di un campione senza tempo, particolarmente legato all’erba dei campi dell’All England Club, che lo hanno visto trionfare ben due volte nel corso della sua carriera (2013, 2016).

Non rientrando tra le teste di serie del torneo, il cammino sarà particolarmente duro per lo scozzese, pronto però a ‘sputare sangue’ sul terreno di gioco come, del resto, è abituato a fare.

“Significa molto per me giocare su questo campo, non so quante altre occasioni avrò per farlo, quindi voglio approfittare di ogni partita per dare il meglio di me” , ha dichiarato l’ex numero 1 del mondo in conferenza stampa.

“A livello tennistico, mi sento molto meglio rispetto all'anno scorso. Sono riuscito ad allenarmi bene in queste settimane, nonostante l'imprevisto problema fisico che ho avuto, e mi piace stare a casa perché vedere mia moglie e le mie figlie mi dà una carica speciale” .

Murray: “Ho giocato 80 partite in 4 anni. Ho perso ritmo”

All’entusiasmo per la soddisfacente vittoria al primo turno di Wimbledon contro James Duckworth, Andy Murray ha affiancato un pensiero pienamente sincero relativamente alle sue condizioni fisiche e atletiche.

Lo scozzese non ha disputato così tante partite negli ultimi 3-4 anni, il che lo rende conscio del fatto di essere indietro sul piano del ritmo. Le sue sensazioni, però, restano più che positive. “Nel 2016 ho giocato circa 80 partite, che sono le stesse che ho giocato tra il 2017 e il 2022, praticamente.

È molto difficile tornare al mio livello quando ciò accade, perché si perde molto ritmo agonistico. Solo alla fine dell'anno scorso e all'inizio di questa stagione sono stato abbastanza bravo da poter competere regolarmente e il blocco di allenamenti ad alta richiesta che ho fatto tra Miami e il tour sull'erba ha reso il mio tennis più costante.

Mi sento sempre meglio e voglio continuare così” , ha spiegato Murray, che al secondo turno affronterà l’americano John Isner, altro veterano del circuito. 👇🏻 Seguiteci anche su Instagram 👇🏻
http://tiny.cc/Instagram_TWI