"Sono sconvolto": Andy Murray scopre che sua madre è stata aggredita sessualmente



by   |  LETTURE 5774

"Sono sconvolto": Andy Murray scopre che sua madre è stata aggredita sessualmente

Il legame tra la mamma Judy e Andy Murray è molto importante e stretto, sia dentro che fuori dal campo da tennis. Istruttrice e coach di fama internazionale, ha seguito e condotto i suoi due figli nello sport con la racchetta, dandoli tutto il suo sostegno soprattutto nella fase iniziale (ma non solo) della loro carriera da giocatori professionisti.

Il rapporto è talmente forte che il britannico ex numero uno al mondo ha dovuto affrontare a livello mentale (e non solo) una notizia choc, che riguarda proprio da vicino sua madre. In un'intervista rilasciata al Sunday Post, la donna inglese ha lasciato tutti a bocca aperta per la rivelazione portata alla luce.

È stato infatti svelato come fosse stata vittima di un'aggressione sessuale nello scorso 2014. Secondo quanto raccontato è stato un trauma, subìto da un uomo ubriaco, che le ha fatto trascorrere un periodo complicatissimo, con dolori di stomaco e uno stato di disagio costante soprattutto nelle occasioni di incontri pubblici.

Judy ha scelto di non parlarne proprio con nessuno, svuotando e denunciando tutto in questo intervento: "Troppo spesso alle donne viene fatto sentire che il mondo dello sport non fa per noi e che la nostra presenza non è né gradita né importante.

Se non facciamo rumore, nessuno ci sente. Dobbiamo denunciare ingiustizie e comportamenti inaccettabili. Lo capisco adesso" ha affermato.

La reazione di suo figlio

Andy Murray ha scoperto tutto ciò alla pubblicazione dell'intervista.

Un bruttissimo colpo da metabolizzare e in un'intervista a Bloomberg ha affermato: "Mia madre mi ha inviato un messaggio in quel momento per farmi sapere che era uscito un articolo al riguardo. Ero davvero arrabbiato per lei.

Ero davvero sconvolto ma non sapevo cosa dire. Le ho mandato una risposta, l'ho chiamata il giorno dopo per parlarle e per assicurarmi che stesse bene" ha spiegato. Storie che purtroppo fanno parte della vita quotidiana e accadono sempre più spesso: "Ahimè è una cosa ormai familiare per tante donne.

Questo tipo di comportamento non dovrebbe essere tollerato da nessuna parte" ha sottolineato e concluso il già vincitore di Wimbledon.