Ivan Lendl crede in Andy Murray: "Può ancora ottenere risultati incredibili"



by ANTONIO FRAPPOLA

Ivan Lendl crede in Andy Murray: "Può ancora ottenere risultati incredibili"

Dopo i continui problemi all’anca e le numerose operazioni, Andy Murray sta cercando di ritornare ai fasti di un tempo e di sfruttare ogni occasione. L’ex numero uno del mondo ha deciso per questo di affidarsi, ancora una volta, a Ivan Lendl; l’allenatore che lo ha portato a vincere tre tornei del Grande Slam.

La collaborazione tra Murray e il coach naturalizzato statunitense inizierà dopo il Masters 1000 di Miami. Lo scozzese, stando alle sue recenti dichiarazioni, non dovrebbe prendere parte alla stagione sulla terra battuta.

L’obiettivo è quindi quello di arrivare nel migliore dei modi ai tornei sull’erba e, nello specifico, a Wimbledon. Lendl ha parlato proprio di Murray in un’intervista esclusiva rilasciata al Daily Mail.

Ivan Lendl crede in Andy Murray: "Può ancora vincere"

"Andy mi ha detto una cosa: 'Non so quanto tempo mi resta e voglio affidarmi a persone di cui conosco il valore' . Ne abbiamo parlato e abbiamo deciso di provarci.

Per quanto possa sembrare stupido, non sapevo cosa aspettarmi. Ma sono rimasto piacevolmente sorpreso", ha detto Lendl. "Ha giocato un'ottima partita all'esordio al Miami Open. Pensavo che il match con Daniil Medvedev sarebbe stato molto più equlibrato dal punto di vista del punteggio, ma anche se non ha avuto palle break, gli scambi sono andati bene.

Tornare a vincere Slam? Mi fai questa domanda dopo l'impresa di Rafael Nadal in Australia. Tutti questi ragazzi hanno una determinazione incredibile. Sono proprio come i bulldog e vogliono fare cose mai viste prima. Se decidono di farlo, possono ottenere cose incredibili.

Rafa ha detto che non era nemmeno sicuro di poter giocare di nuovo, poi ha vinto l'Australian Open. Direi che l'erba è probabilmente la migliore superficie di Andy. Per molti tennisti, invece, è la peggiore. Questo ovviamente aumenterebbe le sue possibilità di vittoria" , ha concluso Lendl.

Andy Murray