Rusedski: "La vittoria di Murray su Jannik Sinner può cambiare molto..."



by   |  LETTURE 1946

Rusedski: "La vittoria di Murray su Jannik Sinner può cambiare molto..."

Il 2021 di Andy Murray ha visto il ritorno a pieno regime del tennista nel circuito con il britannico che, suo malgrado, non è però riuscito a rientrare in Top 100. L'ex numero uno al mondo ha spesso offerto prove convincenti, ha battuto tennisti di valore presenti nella Top Ten (l'ultimo il nostro Jannik Sinner a Stoccolma) ma ha mostrato ancora un'importante discontinuità di risultati.

Dopo vittorie al primo turno o incontri lottati fino alla fine Andy spesso cadeva nel tranello di avversari sulla carta inferiori che lo mettevano 'alle corde' e lo portavano alla sconfitta. Un grande sostenitore di Andy Murray è il suo connazionale ed ex tennista Greg Rusedski.

Questi ha rilasciato dichiarazioni importanti e di fiducia nei confronti dell'esperto campione.

Le parole di Rusedski su Andy Murray

Il 2021 di Murray non era iniziato bene visto che il tennista è stato costretto a saltare gli Australian Open a causa della positività al Coronavirus.

Inoltre il tennista ha poi avuto un infortunio che lo ha tenuto fuori tre mesi ed infine ha saltato le Olimpiadi a causa di un infortunio al quadricipite. Nel corso di un'intervista ai microfoni di Express Sport Greg Rusedski ha parlato delle recenti vittorie del tennista: "Ha battuto Jannik Sinner ed Hubert Hurkacz, due vittorie su tennisti della Top Ten che gli hanno permesso di concludere al meglio la stagione.

Io credo che se Andy riesce a gestire bene il sio corpo potremmo ritrovarci sorprese, questo è un punto interrogativo per tutti e credo che riesce a rimanere continuo fisicamente non vedo perché non possa raggiungere la seconda settimana di uno Slam.

Tutto ahimè si riduce a 'Il corpo gli permetterà questo?', più invecchiamo e più è difficile. Non siamo come il vino, la vecchiaia non ci migliora. Lui ha subito diversi interventi chirurgici ed ha fatto un grande sforzo per mettersi in condizione e giocare un grande tennis.

Il 2021 è stato un anno davvero sfortunato per lui, si era allenato benissimo e duramente per l'Australia ma alla fine ha preso il Covid ed ha dovuto saltare la competizione"