Andy Murray deluso dall’eliminazione a Indian Wells: “Voglio vincere”



by   |  LETTURE 1076

Andy Murray deluso dall’eliminazione a Indian Wells: “Voglio vincere”

Ci ha provato, ha lottato con tutto se stesso, ma alla fine si è dovuto arrendere a uno dei giocatori più in forma del momento. Andy Murray non è riuscito a fare l’impresa a Indian Wells con Alexander Zverev nella notte italiana: il tedesco si è imposto in due difficili set e respinto le ambizioni di ribalta dello scozzese, che ha cercato in tutti i modi di far saltare il banco e spingersi agli ottavi di un Masters 1000.

Il 34enne è rimasto sempre attaccato al punteggio, ma Sascha ha fatto la differenza nei momenti cruciali, spuntandola per 6-4, 7-6 e staccando il pass per il turno successivo. Il tennista britannico sta provando a tornare super competitivo nel circuito Atp e ai livelli del recente passato.

Apparso davanti ai media in conferenza stampa, l’ex numero uno del mondo si è detto molto deluso dell’eliminazione al Bnp Paribas Open e ha analizzato la partita disputata contro il campione olimpico a Tokyo 2020.

Le parole di Murray

"Sono un po' frustato. Non credo di aver giocato bene: ho fatto tanti errori e in match come questi finisci per pagarli. Ci sono state delle cose buone, ma quelle brutte invece hanno fatto sì che io non sono riuscito a vincere” ha dichiarato.

Poi ha aggiunto: “Ancora non posso competere con i migliori. Sono triste perché voglio vincere queste gare. Non l’ho fatto negli ultimi mesi e ora devo cambiare questa tendenza”. Il punto sula sua condizione fisica: “È difficile praticare uno sport come il tennis con un fianco di metallo.

Ovviamente il mio corpo ci mette un po' ad abituarsi. Inoltre non sono nemmeno giovane. Gioco sul circuito da molti anni e la situazione non è paragonabile a quando avevo 18 o 20 anni. Alla fine del 2019 mi sentivo di nuovo bene fisicamente, non so cosa sia successo davvero.

Ma ora è il momento in cui sto bene. Penso che quello che mi è mancato non è il fisico, ma è stato prendere decisioni sbagliate nei momenti importanti" ha concluso il nativo di Glasgow. Photo credit: Bnp Paribas Open