Murray deluso dopo il ko: "Non ho mai avuto questo dato"



by   |  LETTURE 9022

Murray deluso dopo il ko: "Non ho mai avuto questo dato"

A pochi giorni dall’inizio degli Us Open il morale del britannico non è certamente alto. Andy Murray ha subìto una battuta d’arresto importante al secondo turno dell’Atp 250 di Winston-Salem ai danni di Frances Tiafoe, col punteggio di 7-6, 6-3: si è dunque conclusa la ‘preparazione’ del tennista 34enne, che ora dovrà concentrarsi esclusivamente sull’ultimo torneo Slam della stagione 2021.

Al termine del confronto lo scozzese si è detto preoccupato di alcuni aspetti del suo gioco e si è mostrato naturalmente amareggiato dalla sconfitta rimediata dall’esplosivo statunitense, testa di serie numero 13 della competizione.

Le parole di Andy Murray

Una partita molto lottata, in cui i dettagli hanno fatto la differenza e il 23enne nato nel Maryland si è dimostrato più lucido rispetto all’ex numero uno del mondo, che vanta nel corso della sua carriera anche 3 titoli Slam (2 Wimbledon e 1 Us Open).

Riportato anche da Punto de Break, Murray ha espresso in conferenza stampa le sue attuali sensazioni, non tutte negative: “È stato deludente perdere questa gara, così come è successo la scorsa settimana a Cincinnati.

A questo punto della mia carriera ho bisogno di tirare fuori sempre le cose positive da ogni partita. Sono consapevole di essere riuscito a muovermi molto bene su tutto il campo. Fisicamente sto bene, ci sono giorni in cui il livello del mio tennis sale, altri invece in cui scende.

Devo cercare di dare continuità nelle prestazioni e nei risultati, già a partire dalle prossime sfide che mi attendono”. Successivamente ha spiegato cosa, secondo lui, non ha funzionato della sua prova: “Nel primo set credo di aver vinto il 18% dei punti con la seconda di servizio del mio avversario.

Non ho mai avuto questi dati in un incontro. Nonostante questo il primo set è stato deciso al tie-break: se fossi stato un po' attento e solido, forse avrei potuto portarmi in vantaggio e la partita sarebbe poi cambiata mentalmente per me.

Nel secondo parziale ero frustrato e sconvolto per quello che era successo nel set precedente" ha ammesso. “È stato molto bello giocare davanti a tutto questo pubblico. È importante che questi tipi di tornei abbiano molti fan.

Hanno supportato entrambi i giocatori e questo crea un'atmosfera molto bella per ogni tennista che è in campo”.