Andy Murray parla delle condizioni di gioco a Cincinnati



by   |  LETTURE 3011

Andy Murray parla delle condizioni di gioco a Cincinnati

Si è trattato di un ottimo esordio quello del britannico Andy Murray al Western & Southern Open di Cincinnati, in cui ha superato il veterano Richard Gasquet con il punteggio di 6-4 6-4. Murray, assente nel tabellone di singolare delle Olimpiadi ed uscito recentemente al terzo turno di Wimbledon, ha conquistato le edizioni 2008 e 2011 del prestigioso torneo americano, vittorioso in entrambe le occasioni sul serbo Novak Djokovic.

Murray: “Il campo è più veloce”

Come pubblicato anche da Punto de Break, lo scozzese ha fatto il punto dopo il match della sua prestazione: “Sono molto felice. Credo di aver giocato ad un ottimo livello.

Mi sono mosso abbastanza bene considerando che era la mia prima partita su cemento da tanto tempo. È vero che devo ancora migliorare in certi aspetti come la fiducia nei miei movimenti, ma è una cosa normalissima che migliorerò con il passare delle partite.

Ero un po’ preoccupato nel caso avessi fatto un brutto movimento con l’anca che mi avrebbe provocato ulteriori problemi. Alla fine non è stato così e sono felice di aver esordito con una vittoria”.

L’ex numero uno ATP ha continuato: “Conosciamo tutti bene Gasquet. È un giocatore che utilizza molto bene tutti gli angoli del campo e ti fa muovere parecchio da fondo campo, perciò devi essere al 100% se vuoi lottare per la vittoria.

Io ci sono riuscito stasera. Sono anche stato molto bravo con il mio servizio, con cui ho ottenuto diversi punti gratuiti. Pensavo ad assumere il controllo degli scambi. Credo di aver giocato un’ottima partita e spero di proseguire con questa buona dinamica di risultati”.

Per concludere, Murray ha parlato delle condizioni di gioco a Cincinnati: “I campi e le palle sono abbastanza veloci. Chiaramente il fatto di giocare di notte rallenta un po’ il tutto, ma credo che questo sia un piccolo vantaggio per me.

Come ho detto prima, Gasquet ha giocato con molti effetti e durante il giorno la palla sale parecchio più in alto, però oggi non c’è riuscito molto ed è per questo che sono riuscito a controllare la maggior parte dei punti.

Questo torneo è incredibile. L’altra volta ho sentito dire che è il mio sedicesimo anno qui. Non credo di aver mai disputato un evento tante volte come Cincinnati”. Photo Credit: France 24