Andy Murray commenta la situazione riguardo le 'bolle' ed il pubblico a Wimbledon



by   |  LETTURE 2195

Andy Murray commenta la situazione riguardo le 'bolle' ed il pubblico a Wimbledon

Nel corso della sua carriera Andy Murray ha conquistato tre titoli del Grande Slam, due medaglie d'oro ed è stato numero uno al mondo. La sfortuna che più volte gli addetti ai lavori assegnano al britannico è quella di aver vissuto ed aver giocato nella stessa era dei Big Three, i tre più grandi atleti della storia del tennis, ovvero Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic.

Tra i tre è nata così una grande competizione e Murray è stato 'vittima' della competizione tra queste tre leggende dello sport che negli anni si sono affrontati a suon di titoli del Grande Slam vinti.

Negli ultimi tempi Murray è stato frenato dagli infortuni ed, insieme ai problemi per la pandemia, ha avuto un calo in classifica ed è uscito al di fuori della Top 100 mondiale. Nel 2021 ha saltato gli Australian Open a causa della positività al Coronavirus ed ha disputato solo tre tornei, ovvero il Challenger di Biella dove è arrivato in finale ed i tornei Atp di Montpellier e Rotterdam.

Andy Murray sulle bolle

Il tennista britannico ha parlato nel corso di un'intervista della situazione inerente all'assenza di pubblico negli stadi ed alle bolle dei tornei. Ecco le sue parole nello specifico:
"Ho bisogno di allenarmi costantemente e queste pause forzate non fanno altro che frenarmi.

Wimbledon senza pubblico? Sarebbe molto strano giocare il torneo senza pubblico e senza neanche il sostegno sugli spalti, ma purtroppo questi sono i tempi in cui viviamo. Spero che, continuando, con i vaccini, ci sarà la possibilità per tutti di venire e magari gli amici che sono vaccinati potranno assistere e prendere un biglietto.

Bolla in hotel? Ovviamente non mi piace ma se serve per proteggere tutti, allora è quel che faremo. Non è molto divertente andare ai tornei e rimanere nelle bolle, è stancante ma è quel che serve per fare il nostro lavoro in sicurezza e credo che per i tornei spesso non ci sono altre soluzioni.

Se vuoi evitare di restare troppo tempo in bolla devi accettare di essere vaccinato, non puoi dire non voglio stare in bolla e non voglio essere vaccinato"