Le parole di Andy Murray in vista del suo impegno al Miami Open



by   |  LETTURE 964

Le parole di Andy Murray in vista del suo impegno al Miami Open

Piacevolmente occupato in famiglia per la nascita del quarto figlio, l’ex numero uno del mondo, lo scozzese Andy Murray, è pronto per tornare sui campi, dove cercherà ancora una volta quella risalita tanto ambita negli ultimi anni.

Un ultimo disperato tentativo per tornare veramente competitivo e regalarsi quelle emozioni che lo hanno avvolto per anni e che recentemente hanno lasciato spazio a sofferenza e sconforto, tanto da indurlo a un ritiro prima annunciato e poi rimandato.

Il fuoco dentro brucia ancora, questo è certo, tuttavia la carriera di uno sportivo non può vivere solo di motivazioni, ma deve fare i conti con il proprio fisico, con la propria tenuta allo stress che le competizioni richiedono.

Andy lo sa bene ed è per questo che il 2021 potrebbe rappresentare un anno di svolta per lui, vedremo se verso un nuovo rilancio oppure un nuovo ruolo. L’attualità nel frattempo lo porterà a giocare il Miami Open grazie alla wild card gentilmente offerta dall’organizzazione, che permetterà al tre volte campione slam di saggiare nuovamente le proprie condizioni su un campo e in una città che conosce molto bene.

Il torneo americano, che avrà luogo dal 24 marzo al 4 aprile, è stato conquistato due volte da Murray, motivo per cui rivivere quelle sensazioni di gloria passata potrebbe offrire al campione britannico nuova linfa per battersi e dimenticare il complicato inizio dell’anno, quando è stato costretto a saltare la trasferta australiana per colpa del coronavirus e successivamente è stato sconfitto al secondo turno di Rotterdam dopo aver conquistato la prima vittoria nel circuito dal lontano settembre 2020.

Il britannico volerà quindi in Florida tra pochi giorni per acclimatarsi e riabituarsi alle condizioni di gioco che, come detto, ha spesso ritrovato nella propria carriera, soprattutto quando era allenato da Ivan Lendl, anche lui spesso di casa a Miami.

In un’intervista rilasciata a People.com, lo scozzese ha voluto raccontare quali sono i principali obiettivi a breve termine che lui e il proprio team si sono posti:

Ecco le parole del campione di Dunblane

“Miami è una città che amo, vi ho trascorso molto tempo negli ultimi 15 anni, mi sento a mio agio.

Ma nei prossimi mesi voglio giocare le partite, soprattutto contro i migliori giocatori, lavorare sul mio gioco e salire di livello. Voglio ricominciare a praticare uno sport che amo di nuovo tanto. Sono davvero felice di essere tornato in tour e di gareggiare.

Mi ci vorrà solo del tempo per trovare un po' di ritmo e ritrovare la mia fiducia. Ma ogni partita è un progresso e cerco di imparare ogni volta qualcosa in più”. – ha dichiarato Andy Murray.