Andy Murray di nuovo padre, Liam Broady lo prende in giro sui social



by   |  LETTURE 4003

Andy Murray di nuovo padre, Liam Broady lo prende in giro sui social

Poche ore fa, è stata annunciata la notizia dell’arrivo del quarto figlio – ancora non si conosce se maschio o femmina – della coppia formata da Andy Murray, ex numero uno ATP, e la moglie Kim Sears.

I due, sposati dalla primavera del 2015, avevano già avuto due bambine ed un maschietto, nati tra il 2016 e il 2019. Classe 1987, Murray ha vinto 46 titoli in carriera: tra questi tre trofei del Grand Slam (due a Wimbledon, uno agli Us Open), quattordici tornei Masters 1000, due ori olimpici consecutivi e l’edizione 2016 delle Finals di Londra.

Lo scherzo di Broady a Murray su Instagram

Dopo aver saputo della nascita del quarto figlio, Andy ha comunicato di non partecipare all’evento ATP 500 di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, per poter trascorrere un po’ di tempo in famiglia col nuovo arrivato.

Lo scozzese ha vinto i Dubai Tennis Championships nel 2017, superando nell’ultimo match lo spagnolo Fernando Verdasco col punteggio di 6-3 6-2. Su Instagram, anche l’account ufficiale della Lawn Tennis Association ha voluto fare i suoi auguri alla coppia, scrivendo: “Congratulazioni a Kim ed Andy per l’arrivo del loro quarto figlio”.

È stato allora che il britannico Liam Broady, attuale numero 170 ATP e buon amico di Murray, ha scherzato: “Adesso sono cinque i bambini a cui Kim dovrà badare”. A rendere ancora più esilarante il tutto è stata la risposta di Judy Murray, madre di Andy, che ha commentato con l’emoticon di una faccina che scoppia a ridere.

Broady, nato nel 1994, non è mai riuscito ad entrare nella top 100 del ranking mondiale. Negli Slam vanta al massimo il secondo turno raggiunto a Wimbledon 2015, quando – da wild card – superò l’australiano Marinko Matosevic in rimonta al quinto set, prima di perdere contro David Goffin.

Per quanto riguarda Murray, il campione di Dunblane dovrebbe tornare in campo per il Masters 1000 di Miami, da lui già conquistato due volte (nel 2009 e nel 2013). Photo Credit: Tennis365