Slam al meglio dei tre set? Andy Murray non chiude la porta



by   |  LETTURE 920

Slam al meglio dei tre set? Andy Murray non chiude la porta

Siamo giunti al termine di una stagione surreale, andata definitivamente in archivio con la vittoria alle Finals di Daniil Medvedev. Il tennista russo, che è diventato il quarto della storia a battere i primi tre giocatori del mondo nel torneone dei maestri, nel corso della settimana ha avuto modo di strizzare un occhio alla proposta (lanciata da Novak Djokovic) di giocare al meglio dei tre set anche gli Slam.

Insomma: il dibattito si è poi esteso a Rafa Nadal, che si è detto contrario, ma anche a Gael Monfils e Andy Murray. Che ha accompagnato il tennista francese su Twitch per il commento del Master. "Da giocatore, ho sempre preferito i cinque set.

C'è da dire che da appassionato non mi metterei mai a guardare una partita al meglio dei cinque dall'inizio alla fine. Il problema principale è che, a meno che tu sia di persona allo stadio, non hai neanche il tempo a disposizione per farlo.

Tanti confondono le partite lunghe per buone partite, mentre spesso non è così. Anzi. Un incontro di quattro ore e mezza può avere un tennis di un certo livello solamente per una parte. Mentre un incontro al meglio dei tre spesso ha una qualità di gioco migliore, perché i giocatori possono dare tutto per tutto il tempo.

Ovviamente in un match al meglio dei cinque set hai dei momenti in cui cerchi di conservare le energie"

Un tennis senza giudici di linea? Ancora no...

Il mondo è pronto per un tennis senza giudici di linea? Murray crede di no.

"La mia più grande preoccupazione è relativa al fatto che la stragrande maggioranza degli arbitri hanno imparato facendo i giudici di linea. Con hawk-eye su ogni punto non avremmo più questa possibilità" ha spiegato.

Il tre volte campione Slam, che dalla ripartenza ha giocato sette match vincendone tre, si è detto comunque fiducioso in vista di quello che potrebbe ricominciare a gennaio. "I risultati arriveranno, ve lo assicuro" Photo Credit: Getty Images