Allarme Andy Murray: “Non mi aspetto di tornare ad essere quello di prima”



by   |  LETTURE 2511

Allarme Andy Murray: “Non mi aspetto di tornare ad essere quello di prima”

Il sorteggio del tabellone principale del Roland Garros ci aveva regalato un’emozionante sfida tra due campioni Slam come Stan Wawrinka ed Andy Murray, partita che si è invece rivelata poco più di un allenamento per lo svizzero, che ha prevalso in tre set per 6-1 6-3 6-2.

Si è trattata della nona vittoria dell’elvetico ai danni del due volte vincitore olimpico, che contro di lui sulla terra battuta ha perso in un’unica occasione.

Il commento di Andy Murray dopo il match

Intervistato a seguito della partita, lo scozzese ha parlato innanzitutto della sua scarsa percentuale di prime palle in campo (36%): “Non ha niente a che vedere con la mia anca.

Le risposte sbagliate e il 36% di prime palle in campo non c’entrano nulla. E’ qualcosa che devo guardare assieme al mio team. Da quando sono tornato sul circuito, ci sono state delle partite in cui ho servito bene, non è un problema fisico”.

Murray ha quindi precisato: “Dal punto di vista della condizione fisica, non mi aspetterei di tornare ad essere quello di prima. Ma per quanto riguarda l’impatto con la palla, i miei colpi e tutto il resto, non vedo il motivo per cui non dovrei essere in grado di fare come in passato, da un punto di vista tecnico”.

Non troppo tempo fa, al secondo turno del Western & Southern Open di Cincinnati, Andy è riuscito a superare in tre set Alexander Zverev: “Zverev era ad un paio di punti dalla vittoria agli Us Open”, ha detto Murray, “e io sono riuscito a batterlo la settimana precedente.

Continuerò ad andare avanti. Vedremo cosa riserveranno i prossimi mesi. Immagino che non giocherò una partita del genere da oggi fino alla fine dell’anno”. Era dal 2006 che Murray non usciva al primo turno del Roland Garros: in quell’occasione, il britannico fu sconfitto al quinto set da Gael Monfils. Il prossimo sfidante di Wawrinka sarà adesso il tedesco Dominik Koepfer. Photo Credit: Tennis Now